Resta in contatto

Nati oggi

Arrigo Dolso e il Trapani, da stella a comprimario

Con i granata giocò un anno, in C2, non riuscendo ad evitare la retrocessione in D nella sciagurata stagione 1978-79

Durante il precampionato con la Lazio nel ’66-67 la curva dell’Olimpico gli cantava “sei mejo de Corso”. Poi i biancocelesti persero 1-5 a Firenze alla prima di campionato e, di fatto, sparì. Arrivando, a fine carriera, anche al Trapani e mancando, anche in questa occasione, il bersaglio grosso.

Sono le occasioni mancate il leit-motiv della carriera di Arrigo Dolso, centrocampista dal piede fatato che è nato il 12 novembre 1946 e che è deceduto a Milano nel 2015. Nel ’66 la Lazio lo pagò 95 milioni all’Udinese, ma la sua carriera è stato un continuo passo indietro. A Trapani arrivò in vista del campionato 1978-79, in C2 e finì che, da faro divenne comprimario, mettendo assieme soltanto 19 presenze e retrocedendo in D assieme ai granata dopo aver guidato la squadra in seguito all’allontanamento dell’allenatore Rubino.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News
Advertisement

Altro da Nati oggi