Resta in contatto

Nati oggi

Di Donato, l’ultimo allenatore del Trapani

Doveva guidare i granata quest’anno in C tra mille difficoltà, ma dopo l’esonero non accetta il re-incarico. E il Trapani finisce escluso

Poco più di un mese, tra incarico, esonero e nuovo incarico rifiutato. E’ la storia che lega Daniele Di Donato al Trapani. L’allenatore, nato il 21 febbraio 1977 e che oggi compie 44 anni, è stato colui che, a tutti gli effetti, ha “staccato” la spina ai granata, rifiutandosi di sedersi in panchina per la trasferta di Catanzaro, ma certamente nulla gli si può imputare, perché la situazione in cui versava la società era davvero drammatica. Come testimonierà, poi, il successivo fallimento.

Di Donato arrivò al Trapani sotto la gestione Alivision, ma subito si rese conto che i problemi erano enormi, non avendo la possibilità di allenare i calciatori, tra tamponi non fatti e sciopero dei dipendenti. Poi, con il passaggio del Trapani alla Alba Minerali, venne esonerato dal nuovo azionista, Gianluca Pellino, il quale però, dopo la prima rinuncia, richiama proprio Di Donato. E lui capisce che partire per Catanzaro avrebbe soltanto allungato l’agonia di una società ormai sul punto di morire. Non accetta il re-incarico e lascia Trapani dopo, però, essersi rivolto ai tifosi spiegando loro che non si trattava di un addio, ma di un arrivederci…

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

L'angolo del Sì!Happy

Vedi tutte le offerte a TRAPANI su Sì!Happy

Altro da Nati oggi