Resta in contatto

Nati oggi

Spanò, 4 tornei al Trapani e una squalifica di 3 anni

Il 21 marzo 1971 al termine della partita con la Juve Bagheria i tifosi lanciarono di tutto in campo ed il difensore rimediò un lungo stop dal giudice sportivo che pose fine alla sua carriera

Ottantaquattro presenze spalmate in quattro campionati, anche se di fatto soltanto tre perché per una stagione rimase a guardare a causa di un infortunio. Sono i numeri in maglia granata di Rosario Spanò, difensore nato a Bagheria il 2 maggio 1940, 81 anni fa.

La sua avventura al Trapani, però, è legata ai disordini contro la squadra della sua città, la Juve Bagheria, nella stagione 1970-71. Quell’anno i granata, appena retrocessi in D, non riuscirono a centrare l’immediato ritorno tra i pro ed il 21 marzo al Provinciale andò in scena la rabbia della tifoseria. Così a fine partita dagli spalti venne lanciato in campo di tutto, dai sassi fino ad una panchina, mentre anche in campo la situazione si faceva incandesente. A farne le spese fu proprio Rosario Spanò, bagherese doc, che per il comportamento tenuto quel pomeriggio, rimediò una squalifica di tre anni da parte del giudice sportivo. Uno stop che, di fatto, pose fine alla sua carriera.

Prima di trasferirsi al Trapani nell’estate del 1967, Spanò aveva giocato sei anni a Potenza. Quindi, il ritorno in Sicilia, al Trapani, in serie C e nel primo anno, il 1967-68, colleziona 35 presenze, essendo un titolarissimo. Nei piani della società lo è anche l’anno dopo, nel 1968-69, tanto che parte titolare, ma alla terza partita si infortuna e la sua stagione finisce òì. Resta anche nel torneo 1969-70, quello che vede i granata retrocedere in D e scende in campo 24 volte. Così, convinto di poter ritornare subito in C, continua la sua permanenza a Trapani anche nel 1970-71, giocando in tutto 22 partite, fino a quel 21 marzo.

In seguito a quegli incidenti il Trapani subì anche la squalifica del campo fino al 31 dicembre 1971, anche se poi la Caf la ridurrà fino al 31 ottobre. Fatto sta che i granata furono costretti a giocare in campo neutro le successive 7 partite, quattro della stagione 1970-71 (Trapani-Siracusa a Messina, Trapani-Canicattì a Mazara, Trapani-Paternò a Palermo e Trapani-Avola a Partinico) e le prime tre della stagione 1971-72 (Trapani-Caltagirone ad Alcamo, Trapani-Juve Bagheria ad Alcamo, Trapani-Enna a Palermo).

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News
Advertisement

Altro da Nati oggi