Resta in contatto

Nati oggi

Colombatto, l’argentino che fece innamorare Trapani

Fu uno dei migliori nella stagione 2016-17, quella che si concluse con la retrocessione in serie C. Adesso gioca in Messico, nel Leon

Una sola stagione a Trapani. Ma gli è bastata per dimostrare le sue grandi doti e, se alla fine i granata furono retrocessi in C, magari fu anche perché venne convocato nella nazionale Under 20 dell’Argentina, saltando le ultime due gare. Quelle decisive per accedere almeno ai play-out.

Santiago Colombatto, nato il 17 gennaio 1997, 25 anni fa, ha militato nel Trapani nella stagione 2016-17, quella successiva alla finale play-off per la promozione in B. Un torneo cominciato con Cosmi in panchina e finito con Calori e la retrocessione.

In quella stagione, arrivato in prestito dal Cagliari, collezionò 30 presenze senza segnare gol, ma fornendo tre assist ai compagni di squadra. Terminata quell’esperienza è rientrato a Cagliari, ma con i rossoblù non ha mai giocato, perché è stato mandato ancora in prestito al Perugia prima ed al Verona poi, fino alla cessione avvenuta nell’estate 2020 ai belgi del VV Sint-Truiden, formazione che milita nella Jupiter Pro League, l’equivalente della serie A italiana. Lo scorso anno si è trasferito al Leon, in Messico, vincendo il titolo di Apertura e guadagnandosi anche l’accesso alla Liga de Campeones, l’equivalente della Champions, della Concacaf.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da Nati oggi