Resta in contatto

News

Cessione Dattilo, c’è l’intoppo legato al prezzo

La trattativa per il passaggio di proprietà del club biancoverde ha subìto un rallentamento dovuto alla modifica della cifra che la cordata subentrante dovrà riconoscere all’attuale proprietà

Al momento è un rallentamento. La cessione del Dattilo ha subìto uno stop improvviso perché la cordata subentrante ha modificato, al ribasso, la somma di denaro da riconoscere agli attuali proprietari.

L’intesa tra le parti, seppur non formalizzata, è stata già raggiunta da diversi giorni, e prevede il subingresso della cordata capeggiata da Daniele Genna, con all’interno tra gli altri anche Pietro Pizzarotti, la quale rileverebbe il 70% delle quote del Dattilo, mentre il restante 30% rimarrebbe agli attuali proprietari. Quindi, si provvederebbe al cambio di denominazione in Trapani con la nuova società che si ritroverebbe già con il diritto di partecipare al campionato di serie D.

Adesso, però, la cordata subentrante avrebbe modificato, al ribasso, la cifra da corrispondere all’attuale proprietà e questa modifica ha rallentato la trattativa. Ora il vero obiettivo è capire se i colloqui riprenderanno o meno, perché di fatto l’accordo, già raggiunto, farebbe comodo ad entrambi. Difficile, però, ipotizzare date. Se, infatti, nei giorni scorsi filtrava tanto ottimismo a tal punto che si pensava ad un possibile annuncio in vista dell’ultimo impegno casalingo del Dattilo, ora è tutto da ridefinire.

Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News
Advertisement

Altro da News