Resta in contatto

News

Trapani, Moschella fa il pompiere: ‘Con la Cavese non è uno scontro al vertice’

L’allenatore predica calma in vista della partita di domenica: ‘Il vero banco di prova lo affronteremo con le partite di ogni settimana’

Con le idee chiare, consapevole che quella di domenica con la Cavese è una gara importante, ma non decisiva, considerando che si è alla seconda di campionato.

Ivan Moschella, l’allenatore del Trapani, carica l’ambiente, ma al punto giusto per la gara di domenica con i campani. E lo fa sottolineando la forza degli avversari. ‘Loro vogliono arrivare in C il prima possibile – sono state le sue parole – ed hanno allestito una squadra importante con un allenatore che per me è un punto di riferimento che conosce bene la categoria. Loro, assieme a Lamezia, Giarre ed Acireale, sono tra le favorite, ma non si nascondono. Il loro obiettivo lo hanno dichiarato apertamente’.

Il Trapani arriva a questo incontro con 2 vittorie in 2 gare, compresa quella di Coppa Italia. ‘Abbiamo lavorato sodo e sappiamo a che punto siamo, quindi, in relazione al momento della stagione, siamo pronti. Ma non parliamo di scontro al vertice. Si affronteranno due squadre che hanno qualità e che vorranno vincere. Poi, per il resto vedremo quello che accadrà. La Cavese rappresenta un banco di prova, ma non in termini assoluti, perché il vero banco di prova lo affronteremo settimana dopo settimana’.

Riguardo alle assenze, Moschella chiarisce che De Felice e Lupo sono ormai in gruppo. ‘Ci siamo allenati tutti e domani (domenica, ndr), vedremo chi andrà in campo, chi in panchina e chi in tribuna’

Altro da News