Resta in contatto

News

Per il Trapani una crisi senza fine, e la salvezza è già a 6 punti

Il secondo ko in pochi giorni, il settimo in campionato, complica moltissimo il cammino dei granata verso la permanenza tra i cadetti. E domenica c’è il primo spareggio: arriva il Cosenza

La sconfitta contro il Pordenone lascia il Trapani in un mare di guai, anche per via dei risultati arrivati dagli altri campi. Anche se la squadra ha dato qualche timido segnale di ripresa, almeno per il gioco espresso, però, l’ennesima sconfitta rimediata dai granata lascia l’amaro in bocca.

Dopo 11 giornate, con soli sei punti all’attivo, i play-out sono già distanti cinque lunghezze e la salvezza diretta sei. Si può recriminare per il fallo da rigore che poi ha portato il punteggio sul 2-0 per i ramarri (oggettivamente il fallo era fuori area), ma è tutto il complesso che è in crisi. Gol concessi dopo pochi minuti agli avversari, poca fluidità di gioco, un attacco che latita, considerato che il miglior marcatore è Taugordeau con tre centri, due su rigore ed uno su punizione. Stefano Pettinari è andato a segno soltanto con lo Spezia e poi niente più. Adatto al 4-3-3, come dimostrano le 13 reti con il Pescara di Zeman, adesso si ritrova a giocare con il trequartista alle spalle.

Ora si guarda agli svincolati, intanto domenica è in programma un vero e proprio spareggio, considerato che arriva la bestia nera Cosenza. I “lupi”, vincendo il posticipo di lunedì, hanno inguaiato ancor più i granata di Baldini, che è stato confermato dal presidente Heller dopo il ko con il Pordenone. Alla dodicesima giornata, però, per il Trapani è già il momento del “dentro o fuori”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da News