Resta in contatto

Approfondimenti

Trapani, attento all’incognita amaranto del Livorno

La formazione toscana ha finora alternato buone prestazioni a cattive uscite, con un modulo sostituito a più riprese dal mister Roberto Breda

Conquistare la salvezza. È questo l’obiettivo del Livorno, che insieme al Trapani, si lecca le ferite di un avvio di campionato in salita.

L’allenatore è Roberto Breda, che siede sulla panchina toscana dal 7 novembre 2018. In 26 partite, nella scorsa stagione, ha salvato il Livorno, collezionando 8 vittorie, 10 pareggi e 8 sconfitte.

Nel corso di questa stagione il Livorno poteva partire un po’ meglio. Occupa il diciannovesimo posto in classifica appena sopra al Trapani distante tre punti. La partenza ha visto tre sconfitte consecutive con Entella, Perugia e Ascoli. Alla quarta giornata si registra il primo successo contro il Pordenone (2-1). Dopo il pareggio con il Cosenza, gli amaranto hanno perso nuovamente tre gare di fila, prima di vincere il sentito derby con il Pisa per 1-0. Un’altalena di risultati che è proseguita poi con le sconfitte di Cittadella e Venezia, intervallate dal successo contro la Juve Stabia.

Come sistema di gioco, sono stati alternati di massima il 4-4-2 ed il 3-5-2 con diverse varianti di gioco. Nella rosa ci sono diversi giocatori importanti che finora non hanno trovato ampio spazio, in particolare i centrocampisti Federico Viviani e Luca Rizzo, che vantano diverse presenze in Serie A, oltre alle giovani promesse Alessandro Plizzari (in prestito dal Milan, a cui però è stato preferito in porta per il momento Lukas Zima) ed Enrico Brignola (di proprietà del Sassuolo e fermo per una lesione di 1° e 2° grado del muscolo del retto). Atleti che potranno dare una spinta in più per tentare la risalita in classifica.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da Approfondimenti