Trapani Granata
Sito appartenente al Network

Il Trapani deve ripartire dai primi 65 minuti di Benevento

Per un tempo e mezzo quasi alla pari con la capolista, nonostante le evidenti differenze tra le due squadre. E’ da questo che occorre riprendere il cammino per la salvezza

Perdere 0-5 fa male, ma la partita del Trapani a Benevento è di quelle particolari. Da scindere in due. Perché fino a metà del secondo tempo, pur con le disuguaglianze tra granata e giallorossi (il valore di mercato dell’undici titolare trapanese era di 4 milioni contro i 12 milioni e mezzo dei sanniti), i trapanesi apparivano in grado di poter dire la loro e, se sconfitta sarebbe dovuta essere, considerando che si era sullo 0-2, almeno lo era “onorevole”.

Poi, invece, si è spenta la luce, ed il Benevento è andato a nozze. Non per nulla è la capolista con il miglior attacco e la miglior difesa del torneo: 8 gol subìti in 15 partite, quasi mezzo a incontro. Eppure, nonostante questo, il Trapani il suo gol lo avrebbe potuto realizzare, perché se Pettinari avesse infilato in rete quella grande occasione, l’incontro sarebbe potuto cambiare. Poi, magari, le Streghe avrebbero potuto reagire, andando a vincere con un margine più netto, però, di sicuro, la partita sarebbe cambiata. Gli allenatori preparano le partite, ma poi a deciderle sono i dettagli, capaci di modificare il corso degli eventi.

Di negativo ci sono, invece, gli ultimi 25 minuti nei quali  granata sono pressoché scomparsi dal campo, con i campani che sono andati a segno altre tre volte e con Carnesecchi che ha provato ad opporsi agli avanti di casa. Se l’atteggiamento combattivo dei granata fino all’inizio del secondo tempo, pur creando una sola occasione da rete, è qualcosa che fa ben sperare per il futuro, giustamente l’allenatore Baldini si è lamentato di come la squadra abbia giocato gli ultimi 25 minuti. Non si può “uscire dal campo” quando l’incontro è ancora in corso ed i segnali di quanto stava per accadere si sono visti proprio a metà della ripresa, quando in alcune circostanze è comparso lo scoramento nelle azioni e nei gesti dei trapanesi, senza che l’allenatore, però, avesse la possibilità di intervenire con dei cambi perché quelli a propria disposizione li aveva esauriti tutti nel tentativo di dare una sterzata.

Questa partita di Benevento è da archiviare il prima possibile, ma soltanto perché bisogna preparare il posticipo del prossimo turno contro il Pisa al Provinciale. La condotta degli ultimi 25 minuti non dovrà mai più ripetersi e su questo Baldini, dopo i giorni di riposo che ha concesso alla squadra proprio perché il prossimo incontro si terrà tra otto giorni, si concentrerà alla ripresa degli allenamenti.

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

L'allenatore Alfio Torrisi ha lasciato a riposo diversi titolari per l'andata della semifinale di Coppa...
L'allenatore granata presenta la gara d'andata delle semifinali di coppa Italia di serie D. Il...
Dodici anni fa allo stadio Zini di Cremona la truppa di mister Boscaglia conquistava il...

Dal Network

Il tecnico sembra aver perso di vista la situazione, lasciano forti dubbi le sue scelte...

Il mondo del calcio si appresta a introdurre un cambiamento regolamentare di potenziale portata storica,...

Quasi 48 anni dopo il trionfo di Adriano Panatta nel Roland Garros nel 1976, un...

Tifo granata