Resta in contatto

Esclusive

Trapani, senti Galeoto: «Contro la Juve Stabia fate come me»

Il calciatore ex granata andò a segno nella partita del 1994-1995: è stato intervistato in esclusiva dalla nostra redazione per rivivere quel ricordo ed analizzare il momento trapanese

Juve Stabia-Trapani 1-2 della stagione sportiva 1994-1995 è una partita dal sapore speciale. Quella gara fu, infatti, il primissimo match che vide i granata in diretta televisiva su TelePiù.

Un evento storico per una squadra di serie C, il cui commento della partita fu affidato al noto telecronista Maurizio Compagnoni. La città di Trapani in quell’occasione si attrezzò: non era semplice a quei tempi vedere una partita attraverso una pay tv. I tifosi trapanesi videro quella partita al cinema ed al primo gol dei trapanesi scoppiò un boato che si diffuse in tutto il centro storico.

A segnare quella rete fu Francesco Galeoto. Era un terzino destro e di gol in carriera non ne feci molti. Ascoltato da trapanigranata.it, Galeoto ricorda così la propria avventura in granata: «Quella stagione feci due gol, che portarono punti pesanti per la causa granata. Segnai a Castellamare di Stabia e contro l’Atletico Catania da subentrante: ai tempi facevo staffetta con Enzo Campanella. Eravamo un grande gruppo che si sentiva una famiglia. Un ricordo ancora vivo tuttora».

Sabato Juve Stabia e Trapani si rincontreranno nuovamente, a riguardo la speranza di Ciccio Galeoto è viva: «Spero che il Trapani possa replicare quelle esperienze e portare tre punti da Castellamare di Stabia, come feci io».

Terzino di fascia destra con buona tendenza offensiva, Galeoto a Trapani totalizzò trentatré presenze segnando oltre ai due gol già citati. Fu il campionato dei play-off di serie C col Gualdo, andati male in zona cesarini. Un legame quello con il Trapani che durò solamente una stagione, prima dell’approdo al Palermo insieme a Ignazio Arcoleo, Nino Barraco e Tanino Vasari. Tutt’oggi a distanza di tempo, Francesco Galeoto continua a seguire le vicende dei trapanesi: «Seguo sempre le squadre in cui ho giocato e soprattutto il Trapani, che è l’unica squadra siciliana in serie B. Dispiace vederla penultima in classifica. Una città come Trapani merita una permanenza in cadetteria. Castori è un allenatore che non ha certo bisogno di presentazioni». 

Un campionato difficile quello che stanno vivendo i granata, per Francesco Galeoto, però, non è ancora detta l’ultima parola: «Il Trapani deve continuare a credere nella salvezza in serie B. Bisogna pensare partita dopo partita e non guardare la classifica. Il campionato è ancora lungo e lo so bene avendolo fatto per dodici anni. La posizione è quella che è, ma con Castori qualche possibilità che il Trapani riesca a salvarsi c’è».

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News
Advertisement

Altro da Esclusive