Resta in contatto

Approfondimenti

Trapani, certe squadre fanno dei giri immensi e poi ritornano

I campani di Castellammare di Stabia hanno cambiato ritmo dalla gara d’andata disputata con i granata e puntano al raggiungimento della salvezza

La Juve Stabia nel corso della scorsa stagione ha dato battaglia insieme al Trapani ad una bella lotta che ha contraddistinto il girone C del campionato di serie C. Una lotta che comunque ha portato poi entrambe le formazioni in cadetteria.

Dopo un avvio da horror con un solo punto conquistato nelle prime sei giornate, è stato proprio il Trapani a far iniziare il campionato della Juve Stabia con i gialloblù. I campani vinsero la sfida con i trapanesi e da allora stazionano in una posizione in classifica tra la salvezza diretta e i play-out. La Juve Stabia in questo girone trascorso dalla gara d’andata ha perso due gare consecutivamente solamente quando ha affrontato la Virtus Entella ed il Frosinone. I campani, quindi, dopo la sconfitta della scorsa giornata contro il Cittadella, si aspettano una reazione alla sfida che andrà in scena allo stadio “Menti” di Castellammare di Stabia.

L’allenatore è Fabio Caserta. Dopo una brillante carriera da calciatore, con oltre 250 presenze tra serie A e serie B, Caserta ha intrapreso l’avventura da mister. In un primo momento solamente da viceallenatore, mentre dal 2017 è il tecnico della Juve Stabia, società con la quale aveva terminato la propria carriera da giocatore.

Nella rosa della Juve Stabia sono presenti due ex Trapani: Pasquale Fazio e Luigi Canotto. Fazio ha vestito la maglia granata dal 2015 al 2018: due di serie B ed uno di serie C. Canotto, invece, a Trapani è rimasto solamente nella stagione sportiva 2016/2017, culminata con la retrocessione della formazione trapanese in serie C.

In quanto al modulo, la Juve Stabia ha giocato prevalentemente con il 4-3-3, ma ha anche alternato il 4-3-1-2.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da Approfondimenti