Resta in contatto

News

Coronavirus, quali soluzioni per la ripresa della B?

La ripartenza del campionato cadetto, vista l’evoluzione del contagio da Covid-19, pare difficile, e allora tutte le possibilità sembrano aperte

La Lega di B e le squadre della serie cadetta sono chiamate ad affrontare un difficile momento, e la sostenibilità del sistema calcistico della seconda serie è impegnato, in questi giorni, a vagliare tutte le possibili soluzioni per uscire dalla crisi che il Coronavirus ha scatenato anche nel mondo del calcio. Ancora si brancola nel buio perché non c’è certezza sia sull’evoluzione dell’emergenza sanitaria da Covid-19 nel Paese sia per la disomogeneità di vedute, tra le diverse squadre di B, sulla ripresa o meno del campionato.

La Lega di B potrebbe adottare una linea comune a quella della Lega di A in tema di ripresa del campionato, classifica, promozioni e retrocessioni, che tuttavia ancora non sono arrivate, oppure potrebbe scegliere una via propria, ma anche su questo versante regna una grande incertezza. A bocce ferme diventa anche difficile scegliere una strada invece che un’altra.

Una terza via potrebbe essere rappresentata da quella che sembrerebbe essere intenzionata a percorrere la Lega Pro, e che il suo presidente, Francesco Ghirelli, sembrerebbe essere intenzionato a richiedere ufficialmente nella conference call del 3 aprile: ossia il congelamento della classifica e la conferma delle promozioni per quelle squadre che si ritrovano in quella zona. Per fare il caso della C, seguendo questo ragionamento, sarebbero Reggina, Vicenza, e Monza, a salire in B, e buone chance avrebbe anche il Carpi in virtù di una media punti migliore rispetto alle altre concorrenti Bari e Reggiana.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da News