Resta in contatto

News

Trapani, due mesi lontano dal Provinciale

Contro la Virtus Entella degli ex, il 3 marzo si giocò l’ultima partita dei granata tra le mura amiche. Una gara che sembrava poter dare una svolta alla formazione trapanese

Doveva essere la partita degli ex. Roberto Boscaglia, Giacomo Filippi, Marco Nastasi, Luca Nizzetto, Marco Toscano e Matteo Mancosu. Tutti insieme al “Provinciale” per ritornare ad affrontare quel Trapani con cui avevano scritto pagine importanti nell’ultimo decennio calcistico trapanese.

La realtà dei fatti, però, etichetta quella gara come l’ultima partita del Trapani davanti ai propri tifosi. Esattamente due mesi fa, il 3 marzo, i granata giocarono infatti contro la Virtus Entella l’ultimo match al “Provinciale”.

Era un martedì sera e per il Trapani fu una gara double face, il cui esito lasciava, però, grandi speranze per il futuro del campionato. I granata andarono negli spogliatoi sotto 1 a 0 per un’autorete di Mamadou Coulibaly. Ampi erano a fine primo tempo i malumori tra gli spalti dello stadio granata: un silenzio assordante quasi rassegnato per il futuro.

Ecco quindi la svolta tattica di Fabrizio Castori. Uscirono Coulibaly e Colpani ed entrarono Odjer ed Evacuo: il Trapani passò dal 3-5-2 al 4-4-2. Un cambiamento tattico, ma soprattutto d’atteggiamento. In trenta minuti il Trapani realizzò quattro reti e vinse 4-1.

In quella gara andarono a segno Evacuo, Pettinari, Taugourdeau ed anche Scaglia, alla prima rete stagionale con i granata.

Dopo quella partita il Trapani andò ad Empoli per giocare a porte chiuse e pareggiò solamente nei minuti finali per un’autorete di capitan Pagliarulo. Da lì lo stop poi definitivo al calcio giocato per l’emergenza sanitaria dettata dal Coronavirus.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da News