Resta in contatto

News

Coronavirus, la C ha chiuso la stagione ipotecando 4 squadre dalla B

Ormai è un braccio di ferro tra la Lega B e la Lega Pro, contraria alla riforma della cadetteria. Così, se non passa la B allargata, la C ha “prenotato” le retrocesse della B

Il presidente Ghirelli è contrario alla riforma della B allargata a 40 squadre che, di fatto, vedrebbe un ridimensionamento della “sua” serie C. E, così, la decisione di giovedì di dichiarare conclusa la stagione, prevedendo 4 promozioni in B, appare un segnale chiaro nei confronti della Federazione.

La serie C non vuole essere fagocitata, perché la B a 40 squadre la relegherebbe a rango di semiprofessionismo, come circa 40 anni addietro. Così, la Lega Pro si è “portarsi avanti”, dichiarando conclusa la stagione e promuovendo 4 squadre in B, le prime dei tre gironi più una quarta. Non sarà attraverso il sorteggio, come prospettato in un primo momento, ma i criteri devono essere ancora essere scelti pur se il Carpi appare in “pole” se verrà preferita la media punti.

La Lega Pro ha anche sancito che non ci saranno retrocessioni e ripescaggi, quindi, per riportare il numero delle partecipanti a 60 occorrono le quattro squadre retrocesse dalla B, a prescindere da come queste verranno scelte, se con la cristallizzazione della classifica in base alla media punti, ipotesi questa che riguarderebbe anche il Trapani attualmente al terzultimo posto, o portando a conclusione il campionato.

IL NODO DELLA D – Resta, però, un altro nodo, quello legato alle 9 squadre prime in classifica negli altrettanti 9 gironi di serie D. La Lega Dilettanti non ha ancora chiuso la stagione, anche se appare intenzionata a farlo e se adottasse la stessa decisione della Lega Pro, dichiarare promosse le prime in graduatoria, la Lega Pro si ritroverebbe “ingolfata”. Perché giovedì ha deciso di bloccare anche le retrocessioni dalla C alla D e gli eventuali ripescaggi. Con l’arrivo delle quattro retrocesse dalla B, quelle “ipotecate”, la Lega Pro rischia di ritrovarsi addirittura con 69 società al via per la prossima stagione. Anche se, poi, occorrerà capire quante saranno realmente le società che saranno nelle condizioni di iscriversi al prossimo torneo di terza serie, considerate le grandi difficoltà economiche di molte di queste.

4 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
4 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

INVECE DEBBONO FARE LA B A 2 GIRONI GIRONEA E B

Rocco
Rocco
1 anno fa

Fare scendere squadre dalla serie b è un oltraggio. Se fossero mancate 3 o 4 giornate forse sarebbe anche stato accettabile, ma mancando 10 giornate significa teoricamente 30 punti cioè play off. Quest’anno sarebbe opportuno nessuna retrocessione e in serie a solo una squadra dato che il Benevento mancava la matematica e tra la seconda e la terza gara secca a campo neutro. È assurdo che io possa trovare la soluzione e gente pagata a peso d’oro si stanno dimostrando incompetenti…

Michele Buffa
Michele Buffa
1 anno fa

Com’è possibile che il presidente della lega Pro, decida per tutti cosa debba la lega di serie B. Chi rimane e chi retrocede. Allora è vero chi si alza la mattina comanda. Se le cose stanno così il presidente della serie B è gli altri organismi sportivi che ci stanno a fare?.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Non penso lo faranno come fai a retrocedere mancando 10 giornate…. È la volta buona che tutti ci stiamo a casa

Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News
Advertisement

Altro da News