Resta in contatto

News

Trapani, slitta la ripresa degli allenamenti collettivi

A deciderlo è la lega di serie B. I club del campionato cadetto richiedono altri dieci giorni dal momento della stipula del protocollo sanitario

Si è svolta nella giornata di venerdì in videoconferenza l’assemblea di Lega B alla presenza di tutti i club del campionato cadetto. L’Assemblea all’unanimità ha deliberato che “in ragione dell’assenza, al momento, di un provvedimento governativo di autorizzazione alla ripresa degli allenamenti in forma collettiva, nonché del relativo protocollo, si ritiene necessario, all’esito dell’eventuale pubblicazione di tale provvedimento e previa valutazione circa l’applicabilità del protocollo stesso da parte dei club, il decorso per la ripresa degli allenamenti in forma collettiva di un periodo di 10 giorni dall’emanazione del provvedimento medesimo per esigenze organizzative e gestionali”.

Con questa decisione pertanto lunedì 18 maggio non riprenderanno gli allenamenti collettivi del Trapani e di tutte le squadre che militano in serie B. Un rinvio che certamente allunga ulteriormente i tempi della ripresa del campionato interrotto lo scorso marzo. Dopo l’inizio degli allenamenti collettivi, gli esperti del settore, infatti, affermano che servirà un mese di preparazione prima di poter riprendere eventualmente poi a disputare anche le gare. Tempi, che, quindi, poi risultare assai stretti con l’eventuale inizio della nuova stagione 2020-2021.

Stiamo lavorando quotidianamente – ha riferito il presidente della Lega B Mauro Balataper elaborare le migliori tutele e garanzie alle società in vista della ripresa, in ogni settore di competenza. Per questo abbiamo istituto un coordinamento che possa aggiornare ma anche fornire servizi alle società riguardanti questa emergenza e rendere possibile la ripartenza del campionato”.

In apertura di seduta vi è stata una relazione sugli aggiornamenti di carattere medico scientifico da parte di Paolo Zeppilli, responsabile sezione medica del settore tecnico della Figc, di Franco Perona, presidente della Commissione medico scientifica della Lega B, e di Vincenzo Salini membro della Commissione medico scientifica della Lega B e componente della Commissione medico scientifica della Figc. Ai tre esperti i presidenti della Lega B hanno avanzato domande di carattere organizzativo e sanitario, rimarcando inoltre l’esigenza di rivedere alcune previsioni inserite nel protocollo e anticipate in questi giorni.

Infine l’Assemblea ha avuto quale ospite Ornella Desiree Bellia, Head of Professional Football di Fifa, che ha illustrato le linee guida del massimo organismo mondiale del calcio, relative all’estensione del contratto dei tesserati per garantire l’integrità delle competizioni, il meccanismo dei trasferimenti e la successiva finestra di mercato. Appare, infatti, ovvio che in caso di ripresa del campionato la data canonica del 30 giugno venga superata.

La Lega B inoltre rimane in attesa di aggiornamenti da parte della Federazione a cui sono state poste diverse istanze che attengono la sostenibilità del campionato e dei propri club.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da News