Resta in contatto

News

Coronavirus e contratti in scadenza, arrivano i dieci giorni più… caldi

La Fifa avrebbe accettato la proposta di prolungare il termine ultimo, ed il Trapani attende con 23 calciatori interessati

C’è il primo acccordo. La Fifa avrebbe dato il proprio benestare al prolungamento dei contratti in scadenza al 30 giugno, portando, così, il termine a fine agosto e bloccando, in questo modo, i trasferimenti da un club all’altro fino al termine delle attuali stagioni. Decisione che, peraltro, rappresenterebbe la naturale evoluzione dell’intesa raggiunta in Italia, con la finestra di mercato estiva che partirà il primo settembre.

“Non c’è una posizione nostra – sono state le parole di Umberto Calcagno, vicepresidente dell’Assocalciatori, intervistato da Radio KissKiss , le posizioni giuridiche sono condivise da tutti, poi c’è un superiore interesse di sistema che la Fifa ha raccomandato, senza imporlo. C’è un interesse che non sfugge a nessuno di noi nel conservare le rose attuali fino al termine del campionato. Ad oggi, non c’è un accordo sul prolungamento dei contratti, ma spero che questo problema venga risolto entro questo fine settimana o il prossimo”

Il  Trapani è la squadra che rischia di perdere il maggior numero di calciatori: in tutto 23 tra i 10 con contratto in scadenza il 30 giugno (Biabiany, Grillo, Jakimovski, Martina, Pagliarulo, Scaglia, Stancampiano, Strandberg, Evacuo e Canino), e 13 in prestito, anche loro con scadenza il 30 giugno (Carnesecchi, Colpani, Coulibaly, Dalmonte, Buongiorno, Pettinari, Fornasier, Odjer, Moscati, Kupisz, Pirrello, Piszczek e Ben David).

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da News