Resta in contatto

News

Trapani, Grillo: «È difficile accettare una retrocessione così»

L’esterno sinistro si dice amareggiato per la mancata salvezza dei granata, considerato l’ottimo percorso intrapreso con mister Fabrizio Castori

Lunedì è arrivata la prima rete stagionale di Fausto Grillo. Un forte sinistro calciato da fuori area, imparabile per il portiere del Perugia Vicario: «Avevo provato tante e tante volte in tante partite – dice Fausto Grillo e la palla è sempre finita fuori. Taugourdeau mi diceva sempre vai, vai in porta, devi andare in porta e lunedì finalmente è entrata. È stato bellissimo. Ho rivisto il gol con la mia fidanzata e lei mi ha detto ha mai fatto un gol così nella tua vita? Io ho sempre fatto gol di testa. Questo è il primo che faccio di sinistro così». 

Venerdì l’esterno argentino non sarà presente in campo perché squalificato per somma d’ammonizioni raggiunta tra le giornate del campionato di serie B: «Mi dispiace tantissimo – dice al Giornale di Sicilianon esserci con il Crotone. Non so se sarebbe stata la mia ultima partita con la maglia del Trapani. Realmente non lo so. Ma saremo tutti assieme, con la squadra, con il tecnico, che è grandissimo, e ha risollevato la squadra e gli ha dato tanto cuore». 

Fausto Grillo da quando è stato tesserato dai granata ha giocato tutte le gare, eccetto quella con il Venezia, per squalifica: «A Trapani è stata una esperienza incredibile con una squadra meravigliosa. Questa è una squadra con un cuore incredibile. Dopo la sosta forzata per l’emergenza sanitaria è incredibile quello che abbiamo fatto e che stiamo facendo, tutti uniti, tutti insieme. Per noi è difficile accettare una retrocessione così, fa male. Nel campo abbiamo dato battaglia, abbiamo dato tutto, abbiamo messo testa, sangue e cuore». 

L’argentino termina l’intervista con fiducia: «Aspettiamo venerdì per giocare di nuovo, provare a vincere e sperare qualcosa».

6 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
6 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da News