Resta in contatto

News

Il Trapani e il flop della difesa: a processo senza prove

A sostenerlo è l’avvocato Nicola Lotti difensore del Pescara che ha commentato il rigetto del ricorso granata al Coni attraverso i microfoni di Tvsei

«La causa di forza maggiore non poteva essere invocabile perché comune a tutte le società, con diciannove squadre su venti che hanno pagato. Nello specifico poi soprattutto non sono stati offerti dal Trapani allegati documentali per giustificarla, e questo sicuramente non per colpa dell’avvocato Chiacchio, che utilizza le prove che il proprio cliente gli fornisce». 

A dichiararlo è Nicola Lotti, avvocato del Pescara, attraverso i microfoni di Tvsei. Il difensore degli abruzzesi poi spiega come le motivazioni della società granata siano state abilmente superate nel corso dell’udienza: «Il Trapani ha invocato la causa di forza maggiore e di non aver potuto pagare in tempo per […] la mancata disputa della gara, Trapani-Frosinone del 14 marzo. Lì abbiamo avuto gioco facile a sottolineare al Collegio come il Trapani ha una media spettatori di 4000 persone, con 2600 abbonati, e quindi il massimo che si poteva aspettare era un incasso di 15.000 euro, mentre il pagamento incideva su circa 600.000 euro».

Lotti, quindi, ribadisce come il Trapani si sia difeso senza prove: «Altra motivazione utilizzata è il mancato pagamento di un rateo dello sponsor principale per 48.000 euro. Tutte queste circostanze non sono state provate documentalmente e anche se lo fossero state, avrebbero inciso per il 5/10% del debito che invece non si è affrontato».

Nel corso dell’udienza sono state lette e ascoltate le posizioni di Pescara e Cosenza, intervenute come parti controinteressate al ricorso, poi rigettato, presentato del Trapani contro la penalizzazione di due punti.

2 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
2 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Alessandro Leone
Alessandro Leone
3 mesi fa

Le solite cose Siciliane… Non abbiamo dove andare, vedi Palermo, vedi Catania e vedi Trapani… Ma perchè siete così schiavi di sto Dio Denaro…. Ma i valori veramente li dobbiamo dimenticare?…..

vecchia guardia rosanero
vecchia guardia rosanero
3 mesi fa

Invocare i valori non basta, ci vuole una rivoluzione dal basso contro questo calcio dominato dal business e dal profitto,partendo dall’abolizione del calcio mercato, dalla trasformazione delle societa’ da Spa in associazioni senza scopo di lucro, dall’imposizione di massimali agli stipendi di giocatori e dirigenti, alla distribuzione paritaria dei diritti televisivi. Una rivoluzione che puo’ partire solo dal basso, dai tifosi, e noi tifosi siciliani dovremmo sentirla piu’ degli altri perche’ in un calcio dominato dal business la Sicilia rimarra’ sempre fanalino di coda …..il prossimo anno, dopo oltre vent’anni, non avremo nessuna squadra tra serie A e B…..siamo peggio… Leggi il resto »

Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

L'angolo del Sì!Happy

Vedi tutte le offerte a TRAPANI su Sì!Happy

Altro da News