Resta in contatto

Approfondimenti

Trapani, con la retrocessione in C cade un record

Almeno una formazione siciliana negli ultimi vent’anni aveva disputato i campionati di serie A o serie B. La stagione 2020-2021 replicherà quanto non accadeva dal 2000-2001

«Siamo il simbolo della Sicilia». È stato questo uno degli slogan più utilizzati nel corso della stagione appena terminata in casa Trapani. Un’annata poi conclusa con una retrocessione dalla serie B alla serie C.

Trapani massima espressione del calcio siciliano. Mai era accaduto nella storia del pallone siculo, con il Palermo, quasi sempre protagonista in regione. Una frase e un prestigio, che non hanno portato bene né per il Trapani né per il calcio siciliano. La retrocessione della formazione granata dalla cadetteria al terzo campionato nazionale ha fatto cadere un record regionale.

La Sicilia dal 2001-2002 al 2019-2020 ha sempre visto una sua squadra siciliana partecipare al campionato di serie A o a quello della serie B. La nuova stagione non vedrà quindi nessuna formazione sicula disputare i massimi campionati italiani, con Trapani, Palermo e Catania, pronte a disputare la serie C. 

Dopo vent’anni il record tutto siciliano crolla e si ritorna alla stagione 2000-2001. Il Palermo in quell’annata sbancò il campionato di serie C1, conquistando la promozione in serie B. Il Catania fece un campionato di vertice, che diede la base alla promozione dell’anno seguente. Il Trapani, invece, era in forte crisi: non si iscrivette alla serie D e partecipò all’Eccellenza, fino alla definitiva radiazione del 10 febbraio 2002.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

L'angolo del Sì!Happy

Vedi tutte le offerte a TRAPANI su Sì!Happy

Altro da Approfondimenti