Resta in contatto

News

Trapani, c’è l’istanza di fallimento: possibile udienza già ad ottobre

Nei prossimi giorni verrà avanzata la richiesta di fallimento, ma essendo il Trapani una srl, i soci rischiano di perdere solo il capitale: 325 mila euro

Tanti debiti, per circa 4 milioni come ha dichiarato Gianluca Pellino, a fronte di un capitale sociale di 325 mila euro al 19 settembre scorso. Con i creditori alle porte che, ormai, hanno già predisposto l’istanza di fallimento, la quale verrà depositata nei prossimi giorni, per cui si fa largo l’ipotesi che la possibile udienza possa essere fissata già ad ottobre.

E’ davvero complicata la situazione del Trapani. Se Pellino chiede collaborazione, dicendosi convinto in 48 mesi di cambiare marcia, la situazione attuale è quella di una società che sta rischiando. Chi non rischia, invece, sono i soci. Il Trapani, infatti, è una srl, acronimo di società a responsabilità limitata, e queste società sono caratterizzate proprio dalla responsabilità limitata dei soci. In questo tipo di società, quindi, al socio non può essere richiesto il pagamento di un debito della società stessa. C’è una “utonomia patrominoale perfetta” e, pertanto, c’è separazione tra il debito della società ed il patrimonio del socio. Nel caso in cui la società sia insolvente, il socio rischia solamente di perdere il capitale che ha conferito all’inizio.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Franco
Franco
1 mese fa

Questa autonomia patrimoniale perfetta potrebbe venir meno in alcuni casi:

– atti illeciti compiuti dagli amministratori/soci
– presenza di un unico socio, anche se l’unico socio è una società

Forse per questo che hanno ceduto solo una quota del 10% ??

Per garantirsi un fallimento “pulito” ?

Niente di nuovo…….

Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

L'angolo del Sì!Happy

Vedi tutte le offerte a TRAPANI su Sì!Happy

Altro da News