Resta in contatto

News

Trapani: Pellino vende al comitato, ma manca la liberatoria di Petroni

Alba Minerali cede ai tifosi, ma non ha ancora versato i 650 mila euro pattuiti nel contratto di venerdì alla Alivision di Petroni

Gianluca Pellino ha ceduto il Trapani al comitato “C’è chi il Trapani lo ama”. Manca soltanto l’ufficialità, ma il nuovo passaggio di proprietà del club appare ormai in dirittura d’arrivo. Però, affinché il comitato possa disporre del 100% delle quote occorre una liberatoria da parte di Petroni e della sua Alivision.

I fatti

Negli uffici del notaio Camilleri Gianluca Pellino avrebbe già firmato l’atto di cessione del Trapani al comitato dei tifosi al prezzo simbolico di 1 euro. Atto, questo, che, però, non trasferisce immediatamente il club al comitato, in quanto, nel contratto tra Alivision e Alba Minerali, società che fanno riferimento rispettivamente a Petroni e Pellino, la Alba Minerali si è impegnata a pagare la somma di 650 mila euro alla Alivision per rilevare il club granata. Ed il bonifico non sarebbe ancora avvenuto, per cui Alba Minerali possiede il 100% del club, ma di fatto non avrebbe pagato quanto pattuito. Per questo motivo occorrerebbe la liberatoria da parte di Fabio Petroni.

Corsa contro il tempo

A questo punto le parti si sono riaggiornate a domani, mentre ormai appare certa la rinuncia del Trapani alla partita di Coppa Italia in programma sempre domani, mercoledì, alle 20 a Brescia. La società aveva anche prenotato il volo charter andata e ritorno da Birgi, con partenza alle 15.30 e rientro intorno all’una di notte, ma non ci sono le condizioni per poter recarsi in Lombardia. Allo stesso tempo, poi, c’è alle porte la trasferta di Catanzaro, snodo cruciale per il Trapani.

Il rischio esclusione

Se i granata non dovessero presentarsi in Calabria scatterebbe automaticamente l’esclusione dal campionato e due dei tre protagonisti, Petroni con la Alivision da un lato e Pellino con la Alba Minerali dall’altro, si ritroverebbero con in mano un club che, all’improvviso, non varrebbe più nulla, considerato che i calciatori si liberebbero automaticamente (venerdì 2, tra l’altro, c’è l’udienza per lo svincolo di Pettinari e Luperini) e la società smetterebbe la propria attività. Ormai, pertanto, nel normale gioco delle parti, ciascuno rischia di perdere qualcosa.

Nella foto di Federico Tarantino i tifosi in attesa di notizie davanti agli uffici del notaio Camilleri

12 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
12 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da News