Resta in contatto

Esclusive

Corsa per il nuovo Trapani, Castelli: «Entro fine mese verrà costituita la società»

Intervista al presidente del comitato “C’è chi il Trapani lo ama” che espone lo stato delle attività verso gli imminenti obiettivi prefissati

Il 31 ottobre, dopo i mesi di attività trascorsi nella ricerca di cercare di salvare il Trapani, è stato costituito formalmente da alcuni tifosi trapanesi il comitato “C’è chi il Trapani lo ama”. 

Nuovo obiettivo e nuovo scopo del comitato è quello di far ripartire il calcio a Trapani, attraverso l’imprenditoria trapanese. Il presidente di “C’è chi il Trapani lo ama” è l’avvocato Carmelo Castelli, che, nel corso dell’intervista rilasciata a trapanigranata.it, annuncia imminenti novità.

LO STATO DELLE ATTIVITÀ

«Incontrarsi tutti insieme in questo periodo non è semplicissimo. È vero che ci sono i mezzi telematici, ma non è la stessa cosa di vedersi in presenza. Avevamo in programma di fare delle riunioni che purtroppo sono saltate. Detto questo, le nostre attività non si sono fermate e stiamo andando avanti con le nostre idee su come lavorare, a partire da un imminente futuro. Il comitato, nato per salvare il Trapani, vuole andare avanti».

IL PROGETTO

«Vogliamo far ripartire il calcio a Trapani con una nuova società che dovrà costituirsi separatamente al comitato. C’è chi il Trapani lo ama ha una funzione di aggregazione e di propulsione fra quelli che devono essere i soggetti che credono nel nostro progetto. La società, invece, dovrà lavorare per “l’ex lodo Petrucci” e quindi attraverso l’amministrazione, insieme ad altri eventuali partecipanti, chiedere il titolo per far ripartire il Trapani in serie D a partire dalla prossima stagione sportiva».

L’ANNUNCIO

«Stiamo compiendo dei passi da giganti in attività che richiedono tanto tempo e competenza. Manteniamo vivi i nostri contatti con il comune di Trapani e con gli imprenditori che vogliano investire nel nostro progetto. Spero che la creazione della società avvenga entro fine mese e quindi poi passare la palla al sindaco. Ci sono in ballo diverse idee che renderemo pubbliche al momento opportuno».

GLI IMPRENDITORI

«Guardiamo principalmente verso gli imprenditori trapanesi: riteniamo che la continuità possa derivare solo da questo aspetto. In passato abbiamo vissuto l’era Morace, poi chiusa proprio quando la famiglia decise di allontanarsi dalla città. La continuità con le attività nel territorio può essere la spinta anche nel mondo dello sport. Siamo certi che questi soggetti a Trapani ci siano e capisco che adesso dalle parole devono seguire i fatti».

18 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
18 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Tommy
Tommy
6 giorni fa

Ma perché questi buffoni del comitato non vanno via ? Hanno fatto un mare di danni ed ancor continuano
iTIVINNIIIII

Commento da Facebook
Commento da Facebook
7 giorni fa

C’era un signore chiamato de picciotto che voleva investire non solo nel trapani calcio ma anche in città e lo si ė fatto scappare

Commento da Facebook
Commento da Facebook
7 giorni fa

Scusate, ma i soldi chi c’è li mette! Non mi pare che la città navighi nell’oro, soprattutto con la pandemia in corso!

Commento da Facebook
Commento da Facebook
7 giorni fa

Morace entrò in scena grazie ad un comitato? Ma poi, l’attuale società è già stata dichiarata fallita?

Commento da Facebook
Commento da Facebook
7 giorni fa

Chiacchiere da bar

Commento da Facebook
Commento da Facebook
7 giorni fa

Apprezzo tanto il lavoro del comitato ma non capisco perché non si è cercato di aiutare de Picciotto a fare ciò che ha fatto a Lecce, ovvero,
creare sinergie e valorizzare e riqualificare edifici e zone della nostra città creando un indotto che aprirebbe nuovi sbocchi occupazionali e nel medesimo tempo rigenerare il calcio nella nostra città e se gli imprenditori locali lo desiderano potrebbero collaborare. Spero che l’avvocato Castelli che stimo per l’iniziativa
di cui è a capo, mi legga. Forza Trapani!!!

Pino
Pino
7 giorni fa

ma perché questo tuo “caro amico” un sì leva dalle pa… perché parla a nome di noi tifosi? comitati senza soldi, lo sai quanti se ne possono creare a TP? magari con persone con soldi che questi 4 gatti? ma per favore… se amavano davvero il TP raccoglievano 60 mila euro e salvavano il TP e la serie B.. invece hanno solamente chiacchiere e cercano di arrampicarsi agli specchi.. chissà in questa miseria trovare un posto di lavoro.

william
william
7 giorni fa

Carissimo comitato, vi ricordo che comunque ad oggi il Trapani Calcio esiste non è ancora fallito, piaccia o no ha una proprietà…Quindi il signor Pellino è l’unico a poter chiedere l’iscrizione….Quando sarà dichiarato fallito ne riparleremo…..

Mario
Mario
7 giorni fa
Reply to  william

Bravo, sono d’accordo con te.. aggiungerei che i mano a questi squattrinati, che millantano che possono salvare il TP, ma chi li vuole? perché parlano a noi di noi tifosi Trapanesi? a sto punto meglio Pellino, che si trovi un socio forte economicamente, oppure ceda ma uno che abbia soldi e interesse, non a questi squattrinati… ” ce chi ama le poltrone e un contratto di lavoro” così si dovrebbe chiamare

alessio randazzo catamia
alessio randazzo catamia
7 giorni fa

leggo commenti assurdi amici trapanesi. avete sopportato de simone petroni pellino e non date fiducia al sangue del vostro sangue, tifosi trapanesi che mi dicono amici granata conosciuti per la loro serieta’ e per essere tifosi da decenni. giudicate persino le loro capacita’ economiche che mi dicono anche non sono malaccio e non leggete neanche le dichiarazioni di questo avvocato che da mesi dice di avere al suo fianco anche imprenditori. INVECE DI LAMENTARVI DATE UNA MANO oppure fate qualcosa voi . saluti alessio randazzo tifoso del catania ma amico dei trapanesi

Antonio
Antonio
7 giorni fa

Non li vuole nessuno…. leggi i nomi e vatti a informare chi sono…. gente squattrinata..

Leonida
Leonida
8 giorni fa

Ripartire dalla D col lodo petruuci? perché il Trapani è fallito? Il comitato è out … Castelli se vuoi vedere il Trapani nel calcio che conta con gli altri amici del comitato, che nn serve a niente o a poco, spera solo che si concluda l’accordo Dattilo-De picciotto. Un Un’altr’anno potremmo essere in C …

Termopoli
Termopoli
8 giorni fa
Reply to  Leonida

Leonida, non devi avere paura del tuo pensiero. Non c’è bisogno che cambi nome. Fai come l’originale

alessio randazzo catamia
alessio randazzo catamia
7 giorni fa
Reply to  Leonida

ma quale accordo se esisteva gia DE PICCIOTTO AVREBBE COMPRATO IL DATTILO

Antonio
Antonio
5 giorni fa

senti, come cavolo ti chiami, vatti a vedere il Ct e non rompere i cog

lautario h.
lautario h.
8 giorni fa

Castelli, lascia perdere. Lasciate perdere. Con voi non abbiamo dove andare, la D se va bene. E c’è il Dattilo.
Se va in porto solo de Picciotto può darci speranze. Birrittella era.meglio di voi.

Michele
Michele
8 giorni fa
Reply to  lautario h.

ma perché questo tizio, sta parlando a nome di noi tifosi? ma chi lo vuole? prima diceva che erano 300, che c’erano investitori, non si è visto nessuno! neanche lui sa cosa dice dalla sua bocca… un sacco di ca…. te. NESSUNO VI VUOLE.. speriamo in De Picciotto oppure in qualcuno che affianca anche Pellino. Voi siete Inutili. Itivinne!!

Giuseppe
Giuseppe
8 giorni fa

Evitiamo commenti, offensivi.. ma diciamo solo 1 cosa : va iccativi a mare ! squattrinati, ( idee, chiacchiere e bugie)…. itivinni!! ex lodo petrucci? ma chi avvocato sei? Il Trapani non è fallito e il titolo sportivo non è stato consegnato al sindaco. C’è una proprietà, meglio Pellino o chiunque che stu comitato squattrinato.

Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

L'angolo del Sì!Happy

Vedi tutte le offerte a TRAPANI su Sì!Happy

Altro da Esclusive