Resta in contatto

Approfondimenti

Il Trapani può gestire il Sorrentino?

L’impianto di proprietà del Comune è ancora in mano al club recentemente dichiarato fallito dal Tribunale cittadino. Qualcosa intanto si muove

Il 22 dicembre scorso il Trapani Calcio srl è stato dichiarato fallito. Tra le convenzioni ancora attive dal club trapanese c’è quella con il Comune di Trapani per la gestione dell’impianto sportivo “Roberto Sorrentino”. Il centro, dove per anni, si è allenata la formazione granata, poi divenuta la casa del settore giovanile e della scuola calcio, è quindi ancora sotto la gestione del Trapani Calcio srl, recentemente dichiarato fallito.

Una questione che il Comune di Trapani sta cercando di risolvere. Non appena sarà possibile l’impianto tornerà in mano alla città di Trapani, con l’amministrazione comunale che ha al vaglio due opzioni: lanciare un nuovo bando di affidamento, anche ad una pluralità di società, o affidare l’impianto al secondo classificato del bando illo tempore, e, quindi, all’Accademia Sport Trapani.

Nel frattempo, però, l’abbondono del Roberto Sorrentino è facilmente visibile anche dall’esterno e, da un momento, all’altro potrebbe essere in balia dei vandali, come già accaduto nei mesi scorsi ed in altri impianti trapanesi. In attesa della revoca, considerata la gestione affidata ancora al Trapani Calcio srl, il curatore fallimentare, l’avvocato Alberto Piacentino, sarebbe pronto a porre i sigilli all’impianto nelle parti in cui sono presenti beni mobili di proprietà della società trapanese, come funzione cautelare e conservativa del patrimonio mobiliare dell’azienda.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da Approfondimenti