Resta in contatto

Approfondimenti

Il Trapani e le “ipotesi” per la nuova casa

Il centro sportivo Roberto Sorrentino e lo stadio Provinciale sono stati i poli del recente passato: impianti, che, però, potrebbero essere condivisi

Da un lato il Roberto Sorrentino con le attività del settore giovanile e della scuola calcio, dall’alto il Provinciale per tutte le attività della prima squadra: partite, allenamenti e sede operativa. Si era mosso così il Trapani Calcio nell’ultimo decennio prima del recente fallimento.

Centro Sportivo “Roberto Sorrentino”

Soluzioni che ad oggi, in vista della nascita della nuova società che partirà dalla D, possono essere realizzate, ma con le dovute modifiche, le quali si renderanno necessarie in seguito alla forzosa assenza della formazione granata in questi mesi. Il Sorrentino, di proprietà del Comune di Trapani, è stato affidato per i prossimi cinque anni, con opzione per i successivi tre, all’Accademia Sport Trapani, che potrà concederlo per il restante 54% del monte complessivo delle ore. Chiaro però che a dettare le condizioni in merito alle fasce orarie disponibili sarà la stessa Accademia.

Il Provinciale, di proprietà del Libero Consorzio Comunale, invece, è stato affidato fino al 30 giugno 2021 al Dattilo. Se sarà ancora serie D per la prossima stagione, la formazione biancoverde dovrà presumibilmente giocare le proprie partite interne ancora al Provinciale: risulta essere il campo più vicino ad essere omologato per il quarto torneo di calcio. La soluzione potrebbe vedere la richiesta del campo alternato delle gare delle due formazioni, come accade in molti stadi della serie A.

Campo Aula

Il Comune di Trapani sarebbe pronto ad offrire il campo Aula per i prossimi nove anni: l’impianto però è abbandonato da tempo e l’amministrazione comunale richiederebbe la messa in sicurezza, oltre al rifacimento del manto, inserendo il campo sintetico. Un investimento cospicuo, che potrebbe non trovare consenso.

Campo di Fulgatore

Altro impianto della città di Trapani è quello presente nella frazione di Fulgatore, casa della locale formazione che milita in Promozione. Si tratta di una struttura nuova, un vero e proprio gioiellino, che però dista quasi venti chilometri dal centro abitato. L’idea non renderebbe felici i genitori nell’accompagnare quasi giornalmente i propri figli, anche se in passato più volte il Trapani ha ricevuto ospitalità dal Fulgatore per gli allenamenti della prima squadra.

Ecco quindi che le alternative in piedi resterebbero lo stadio Mancuso di Paceco e il centro sportivo di Crocci. Il Mancuso vede diverse società sportive alternarsi, tra cui la scuola calcio Città di Trapani. Nell’impianto di Crocci, invece, è stato da poco installato il nuovo manto, mentre i lavori di messa in sicurezza della tribuna devono essere completati nei prossimi mesi. Ecco, quindi, che il Comune di Valderice potrebbe consegnare la nuova casa al Trapani che nascerà, con la struttura di Crocci che potrebbe essere il polo per il settore giovanile e la scuola calcio.

Centro Sportivo di Crocci

2 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
PEPPINO
PEPPINO
1 mese fa

Siamo al grottesco.
Il Trapani dovrebbe andare nel Comune di Valderice poiché gli amministratoti trapanesi hanno consegnato ad una società minore con sede a Erice un impianto del Comune di Trapani.

Giuseppe
Giuseppe
1 mese fa
Reply to  PEPPINO

Mi pare che questa amministrazione(che poi è quella di Erice),sia tata votata da oltre il 70% dei cittadini…….
Lamentarsi adesso sembra un po’ retorica.

Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News
Advertisement

Altro da Approfondimenti