Resta in contatto

News

Dattilo, Canino e Chianetta: qualcosa non torna

Il giocatore è stato tesserato la scorsa settimana dopo un periodo di allenamenti insieme alla squadra. In due gare nessun minuto in campo

«Canino è un’arma in più. Nonostante la giovane età ha vissuto esperienze importanti. Può essere determinante in questo finale di stagione». 

A parlare è stato il tecnico Ignazio Chianetta, lo scorso sabato, in occasione della presentazione della sfida del suo Dattilo contro il Santa Maria Cilento. Parole di elogio nei confronti di un calciatore che si allena dallo scorso 22 marzo insieme alla formazione biancoverde e che la scorsa settimana è stato tesserato.

Parole non seguite dai fatti. Enrico Canino, infatti, nelle due gare contro il Santa Maria Cilento e contro l’Acr Messina non ha giocato alcun minuto, pur essendo un giocatore determinante come definito dallo stesso allenatore.

Diverse sono le supposizioni che si possono fare sul mancato utilizzo del centrocampista ex Trapani. Chianetta voleva il giocatore? Si è trattata di un’imposizione da parte della società? Solitamente in sede di calciomercato tecnico e direttore sportivo collaborano attivamente nella costruzione della squadra. Tesserare un giocatore poi comporta anche un sacrificio economico. Nel frattempo domenica ci sarà una nuova gara che giunge dopo le cinque non vinte dal Dattilo. Un’occasione per uscire dalla crisi che sta accompagnando la formazione biancoverde nell’ultimo mese.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News
Advertisement

Altro da News