Resta in contatto

News

Trapani, due settimane per la nuova società: ecco i dettagli del bando

Il Comune ha fissato come data ultima per presentare le domande martedì 4 maggio alle ore 13. Diversi i requisiti richiesti tra cui una polizza assicurativa di un milione di euro

In quattro pagine il Comune di Trapani ha scritto il futuro della nuova società calcistica che potrà nascere e dare avvio all’iscrizione in sovrannumero al campionato di serie D. I soggetti interessati potranno presentare la propria domanda entro martedì 4 maggio alle ore 13.

Nell’avviso pubblico a firma del primo cittadino Giacomo Tranchida, il Comune di Trapani richiede:

Tipologia e composizione della società, già costituita o da costituirsi, con l’esplicita previsione che la sede legale sia ubicata nel territorio della Città di Trapani e specificando le generalità complete dei soci attuali o di quelli previsti. I soggetti (attuali o futuri) indicati come legali rappresentanti e comunque coloro che nell’organigramma societario saranno dotati di qualifiche tali da avere carattere decisionale o rilevante secondo le regole federali.

– Il Progetto Sportivo che la società intende realizzare in una visione quadriennale, sia per l’organizzazione della squadra principale che per il settore giovanile e il settore femminile, anche in una dinamica di valorizzazione del marketing e del brand mediante il coinvolgimento della tifoseria e del territorio in genere.

– Il Progetto Economico valido per quattro stagioni che indichi con chiarezza il piano previsionale dei costi e dei ricavi dell’attività, diviso per annualità ed in ragione delle macro aree (area amministrativa, area tecnico-sportiva ed area commerciale). Auspicabilmente la società dovrà prevedere un capitale iniziale non inferiore ad euro un milione ed un impegno esplicito – in caso di designazione da parte del Sindaco – a patrimonializzare la società per il primo anno per una somma complessiva non inferiore un milione e mezzo di euro l’approntamento delle somme necessarie per le spese di iscrizione al Campionato, per il versamento del Contributo FIGC e per la ricostruzione del tessuto societario. Il progetto dovrà indicare gli eventuali sponsor tecnici o commerciali già individuati con le relative note di impegno per il sostegno all’attività societaria.

I progetti sportivi ed economico dovranno inoltre essere supportati dai seguenti requisiti:

– La Solvibilità Economica e Finanziaria e la capacità di apporto finanziario dei soci, computata nell’arco del primo quadriennio, dovrà essere comprovata da un’apposita dichiarazione, rilasciata da un Istituto di Credito iscritto all’ABI o da una Banca di paese estero di rilevante importanza internazionale con i quali i soci abbiano rapporti economici da più di un anno, che ne attesti la base finanziaria, la stima dell’operatore bancario e i requisiti di solvibilità rispetto agli impegni economici assunti. La Banca inoltre dovrà attestare che le risorse finanziarie che saranno utilizzate e investite nella società calcistica provengono dall’attività economica dei soci e dalle loro disponibilità già esistenti e che i soci hanno una capacità finanziaria tale da consentire loro, nell’arco del primo quadriennio, un potenziale apporto nella società non inferiore a otto milioni di euro.

– Lo Statuto della società, che dovrà contenere nella ragione sociale il nome “Trapani”, dovrà prevedere una forma di azionariato (o partecipazione) popolare o diffuso con la esplicita previsione di destinare almeno il 5% del capitale sociale alla pubblica sottoscrizione e di riconoscere il diritto per la minoranza organizzata di poter nominare un componente all’interno dell’Organo Amministrativo e dovrà prevedere anche delle modalità di coinvolgimento dell’Amministrazione Comunale nell’attività di controllo della gestione della società.

– La società dovrà consegnare una polizza assicurativa che riconosca un premio risarcitorio di importo non inferiore ad un milione di euro in favore dell’Amministrazione Comunale per l’ipotesi in cui la società sia oggetto di procedure concorsuali o di scandali calcistici che offuschino l’immagine della città ovvero nel caso in cui il socio di maggioranza della società sia condannato per comportamenti contrari alla corretta amministrazione (ad esempio: bancarotta fraudolenta, falso in bilancio, distrazione di fondi, eccetera). Nel contratto di assicurazione dovrà essere previsto che l’Amministrazione Comunale dovrà utilizzare la somma riconosciuta quale premio esclusivamente per uno o più progetti che consentano la realizzazione di impianti sportivi nel territorio della Città di Trapani.

Potrà costituire elemento di valutazione positiva l’eventuale previsione di reimpiego di uno o più dipendenti della società “Trapani Calcio S.r.l.” in fallimento al fine di salvaguardare i precedenti livelli occupazionali.

6 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
6 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Mario
Mario
24 giorni fa

Il rag. Tranchida è incapace di svolgere il ruolo di sindaco. Forse è impegnato ad assumere “consulenti”… sempre a libro paga di noi cittadini… assicutamolo! che danni assai ne ha già fatto.

ROCCO
ROCCO
25 giorni fa

Le condizioni anche se necessarie sono troppo esagerate perchè trattasi di una città di 70.000 abitanti e si parla di serie D!!!. Le altre piazze che hanno avuto lo stesso bando erano società di molti più abitanti o situate in contesti economici ben diversi. Io signor sindaco l’ho quasi sempre difesa, ma stavolta devo dire che ha sbagliato negli importo troppo esosi. A questo punto anche De Picciotto credo che possa avere dubbi dato che il suo Lecce quest’anno quasi sicuramente andrà in serie A e le spese saranno molto superiori!! Fare di Trapani una società satellite per il Lecce???… Leggi il resto »

Commento da Facebook
Commento da Facebook
25 giorni fa

Avrei voluto partecipare ma tutte ste cose in due settimane … non ce la faccio proprio … speriamo in almeno uno …

Michele
Michele
26 giorni fa

addirittura, e chi è il Real Madrid? tutte queste condizioni? Il bando andrà deserto sicuramente… accipicchia pure dovrebbero assumere i mangiapersi scioperanti che hanno incrementato al fallimento del vecchio Trapani… e questi avevano i colori granata nel cuore? ma per favore! proprio questa gente l’allontanerei da Trapani… altro che! a zappare andate!
È più facile prendere il Dattilo che buttare soldi al comune senza senso

William
William
26 giorni fa

E chi parteciperà

Anna Peralta
Anna Peralta
26 giorni fa

Già è chiaro che sarà un bando senza pretendenti… forse l’unico che può farlo con tutti i soldi che hanno… il comitato dell’avv. di cause perse… Noto come “impirugghia pere”

Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News
Advertisement

Altro da News