Resta in contatto

News

Seconda offerta per il Trapani, che intreccio!

Nell’affare potrebbe rientrare anche il Dattilo, seppur non direttamente: tutto potrebbe dipendere dalla ‘analisi dei costi’

Minore, ma non solo. Perché c’è anche Pizzarotti interessato al Trapani, anche se resta da capire in che modo. L’ex presidente del Parma, infatti, sembra intenzionato a ripetere con i granata quanto accaduto con i ducali, ossia gestire la ripartenza dopo la scomparsa.

Per far questo deve presentare la sua proposta al Comune e, a riguardo, c’è tempo sino alle 24. Nel frattempo, però, molto potrebbe dipendere dall’analisi dei costi, perché ripartire con una nuova società dalla D vorrebbe dire versare quantomeno 300 mila euro alla Figc, la cifra minima richiesta dalla Federazione, e poi cominciare a costruire la squadra. Nel frattempo c’è il Dattilo che ormai è apertamente in vendita. Motivo per cui, potenzialmente, con un esborso economico inferiore, un imprenditore interessato potrebbe ritrovarsi già con un titolo sportivo avente diritto alla D ed un parco calciatori a disposizione ed una società già costituita ed esistente.

Dal suo lato il Dattilo è consapevole che quest’anno ha raggiunto il suo valore massimo, per cui i dirigenti dalla cessione non potrebbero che riceverne dei benefici. A maggior ragione considerando che quest’anno la società non ha neanche potuto contare sugli incassi per via del Covid. Ad ogni modo, già domani la situazione dovrebbe essere più chiara…

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
Inline Feedbacks
View all comments
Salvo gianno
Salvo gianno
2 mesi fa

Mi sa che dietro questa operazione c è san daniele Faggiano. Speriamo

Altro da News