Resta in contatto

Settore giovanile

Gli Under 16 del Trapani al debutto, Culcasi: «Che emozione tornare»

Il tecnico delle giovanili granata domenica debutterà con l’Under 16 sul campo di Strasatti. Una squadra nuova per lui, che vuole puntare alla crescita dei giovani

Peppe Culcasi può dire a voce alta di aver affrontato il Milan di Gianluigi Donnarumma, quando nel 2014 raggiunse la Final Eight Nazionale con la categoria Giovanissimi. Il tecnico, a distanza di qualche anno, è ritornato nelle giovanili del Trapani per guidare la formazione Under 16. Un ritorno in granata, non nascondendo l’emozione: «L’infinito amore e la passione per la maglia granata e per la squadra, per la quale faccio il tifo da quando sono nato, mi hanno spinto a ritornare».

Domenica i giovani granata dell’Under 16 debutteranno a Strasatti contro la Primavera Marsala: «Il nostro campionato – ricorda Peppe Culcasi – è a carattere regionale. Questo aspetto prefigura un torneo competitivo. Nella Sicilia occidentale sono stati formati due gironi. Nel nostro raggruppamento l’Adelkam è tra le migliori scuole calcio della provincia. Città di Trapani, Porto Empedocle e Sciacca sono altre formazioni di rilievo che affronteremo».

Le aspettative, però, ci sono anche nei confronti del Trapani, alle prese con le difficoltà del territorio, come raccontato dal tecnico delle giovanili: «In sede di preparazione abbiamo avuto delle difficoltà, dovute dalla carenza degli impianti sportivi presenti nel territorio. Nonostante ciò siamo riusciti ad organizzare diverse amichevoli, dove abbiamo raccolto degli ottimi segnali dai ragazzi nei test contro Castellammare, Vigor Montelepre e Calcio Trapani 2000».

Una squadra nuova quella granata con un allenatore nuovo che spinge alla crescita anche fuori dal campo: «La nostra – dice Peppe Culcasiè una squadra completamente nuova. Molti ragazzi, affascinati dalla maglia granata, si sono avvicinati nel corso delle ultime settimane. Sono contento di avere a disposizione un gruppo di giovani validi, perché questo agevola il lavoro mio del mio staff. Il nostro compito è soprattutto quello di educare gli uomini del domani, pensando anche al lato tecnico del gioco».

Altro da Settore giovanile