Resta in contatto

Rubriche

Leggende Granata, Sapio: “Nella mia prima stagione al Trapani avevamo una squadra forte”

In esclusiva per Trapani Granata intervista a Giuseppe Sapio, l’attaccante che rimane ancora oggi nel cuore dei tifosi granata

Nell’ambito della nostra rubrica “Leggende granata”, Giuseppe Sapio, per tutti Peppe, racconta la sua esperienza da calciatore del Trapani, ricordando alcuni dei suoi momenti più belli.

Arrivò dal Frosinone, che militava in serie C2 con un bottino di 28 presenze e 8 reti, per scrivere la sua pagina di storia personale e anche quella nel Trapani. Si può forse riassumere così, con una frase molto sintetica, la storia di Peppe Sapio una delle leggende granata.

Arrivai dal Frosinone nel 1986 – afferma Sapioe la mia prima stagione al Trapani fu molto bella. Quella era una squadra molto forte in ogni reparto, e a dire il vero con qualche altro innesto in attacco saremmo stati ancora più forti. In casa avevamo un buon ruolino di marcia e vincevamo quasi sempre. Mi ricordo che battemmo anche, per 4-1, il Frosinone che quell’anno vinse il campionato. Fuori casa il discorso era diverso. Spesso perdevamo di misura e giocavamo in campi molto caldi dove i fattori ambientali potevano condizionare il risultato della gara”. La prima stagione di Sapio al Trapani si concretizzò in 32 partite e 7 reti.

Nella mia seconda stagione al Trapani – aggiunge Sapiola società aveva venduto i suoi pezzi pregiati e inevitabilmente il rendimento della squadra ne risentì. Ci indebolimmo. Poi ci fu anche l’esonero di Morana al quale subentrò Rondanini”. Nella stagione, 1987-88 le partite furono 27 e le reti 3.

Nella stagione 1988-89 Sapio lasciò il Trapani per andare a giocare, sempre in C2, al Nola. La stagione successiva passò al Fasano. Poi vennero altre due stagioni in maglia granata, questa volta però in Interregionale, la 1990-91 e la 1991-92. La prima con 27 presenze e 7 reti e la seconda con 16 presenze e 1 rete. Conclude Sapio: «Accettai di scendere di categoria – dalla C2 all’Interregionale, ndrper questioni familiari perché avevo la mia famiglia a Trapani e poi perché l’allora patron Burgarella mi chiese di dare una mano alla società per far risalire di categoria la squadra. C’era un rapporto di stima nei confronti di Bulgarella e così accettai di ritornare a Trapani”.

Una carriera di tutto rispetto quello di Sapio con 213 presenze tra i professionisti e 42 reti, e in Interregionale 43 presenze e 8 reti. Per un anno, durante i primi anni della gestione Morace, Sapio allenò anche gli allievi del Trapani. Sapio, nato a Marigliano in provincia di Napoli, chiuse la sua carriera da calciatore professionista proprio a Trapani nel 1992, dove attualmente vive e lavora. Prima di appendere definitivamente le scarpette al chiodo giocò anche in alcune formazioni di eccellenza locali, tra le quali il Valderice e il Paceco.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da Rubriche