Resta in contatto

News

Coronavirus, ispezioni Figc nei centri sportivi di Benevento e Frosinone

La Federcalcio tiene alta l’attenzione sul rispetto del protocollo sanitario per la ripartenza e invia i suoi 007 nelle strutture di allenamento dei giallorossi e dei giallazzuri

Che l’interesse primario della Figc sia quello di far ripartire il calcio in Italia è cosa nota, ma l’attenzione, con la quale sta verificando il rispetto delle misure sanitarie per evitare che vi siano dei contagi da Covid-19 tra i calciatori, è veramente degna di nota. La Procura della Fedecalcio, infatti, sta cominciando a bussare anche alle porte dei centri sportivi dei club di B per ispezionare i luoghi in cui svolgono gli allenamenti e verificare che il protocollo di sicurezza sanitario, previsto per la ripartenza degli allenamenti sia rispettato in pieno.

Tutti i club del campionato cadetto, quindi anche il Trapani, potrebbero essere in qualsiasi momento ispezionati, così come è successo con il Benevento e il Frosinone, dagli 007 federali pronti a rilevare ogni minima deviazione rispetto al protocollo da seguire. «Dopo i controlli effettuati nei giorni scorsi presso i centri sportivi di 14 società di Serie A, a cui si è aggiunto oggi l’Hellas Verona – si legge nella nota ufficiale della Figc con le visite ai quartier generali di Frosinone e Benevento, i blitz degli ispettori della Procura Federale sono stati estesi anche ai centri di allenamento delle squadre militanti nel campionato di Serie B. Gli ispettori, oltre ad aver assistito agli allenamenti e aver ispezionato i locali a disposizione del gruppo squadra hanno acquisito la documentazione sanitaria dei calciatori e controllato la regolarità dell’esecuzione dei tamponi e degli esami sierologici secondo il cronoprogramma previsto dai protocolli. Le ispezioni proseguiranno a ritmo costante sino alla fine della corrente stagione sportiva».

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da News