Trapani Granata
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Gargano, il Trapani e l’incendio dell’auto

Il jolly difensivo ha militato 2 stagioni nei granata, dopo la fusione, ma prima ha anche subìto una intimidazione

Un jolly difensivo, da impiegare dove meglio riteneva l’allenatore. Era Baldo Gargano, nato il 13 febbraio 1955 e che oggi compie 66 anni. Un calciatore che si è ritagliato un posto nella storia del Trapani soprattutto per una vicenda extracalcistica, legata all’incendio della capote della sua vettura.

La notte tra il 5 ed il 6 ottobre 1982, 2 giorni dopo il primo derby fra il Trapani ed il Ligny, la capote dell’auto di Gargano venne incendiata. Seguirono le indagini e le denunce, quindi, il danno venne riparato e, diversi anni dopo, il difensore divenne a tutti gli effetti un granata. In quel torneo 1982-83, in serie D, si sfidavano Trapani e Ligny e prima del derby c’era una grande tensione, con il Provinciale colmo all’inverosimile di spettatori. Quella partita finì 1-1 con il vantaggio del Ligny signato proprio da Gargano ed il pareggio di Garito.

Il difensore, poi, proseguì la sua carriera tra Ligny prima e Pro Trapani dopo, arrivando in granata dopo la fusione, per la stagione 1985-86, quella che ha segnato il ritorno dei granata in C2. Quell’anno giocò 38 partite (5 in Coppa Italia e 33 in campionato), segnando anche 3 reti, mentre nella stagione successiva, sempre in C2, giocò 26 gare, 4 in Coppa e 22 in campionato, chiudendo la sua esperienza in granata, quindi, con 64 partite e 3 reti.

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Tre stagioni in granata, ma soltanto una presenza per il calciatore lombardo: 21 minuti a...
Il portiere brasiliano era arrivato in prestito dal Verona nel 2015-16, quando i granata dopo...
La sua è una lunghissima militanza in granata: dalla Berretti alla prima squadra, dalla D...

Dal Network

Joe Barone non ce l’ha fatta. Dopo il malore che lo ha colpito domenica pomeriggio, si...

Il futuro del tecnico viola sembra lontano da Firenze. Per lui si aprono le porte...
Il tecnico aveva preso il posto di Viali oggi chiamato a sostituire Caserta ...
Tifo granata