Resta in contatto

News

Mancosu: «Trapani è stata una tappa importante»

L’attaccante parla della sua esperienza in granata tra serie C e serie B, concentrandosi sul rapporto costruito con il direttore Daniele Faggiano

Da una parte Matteo Mancosu, dall’altra, dietro la scrivania, Daniele Faggiano. Un rapporto unico nel periodo florido della maglia granata con la prima promozione in serie B del Trapani.

Anni di successi vissuti insieme, così raccontati dall’attaccante sardo: «Ricordi bellissimi. Abbiamo condiviso la promozione dalla C, un campionato intero in B davvero incredibile dato che da neopromossi eravamo già salvi a marzo e abbiamo chiuso decimi, andando ben oltre ogni aspettativa. A metà del campionato seguente sono partito, lui è rimasto contribuendo ad una stagione da protagonisti fino alla finale play-off. Entrambi abbiamo fatto un gran bel percorso a Trapani».

Daniele Faggiano

Il direttore Faggiano si è rivelato un riferimento per la squadra, come ha raccontato Matteo Mancosu a sampdorianews.net: «E’ stato molto importante per tutti noi, fino a quel momento il Trapani non aveva avuto una figura come ds. Era molto giovane ma è stato bravo ad imporsi subito anche a livello nazionale. Trapani è stata una tappa importante, per ognuno di noi si è dimostrato una guida».

Nello spogliatoio e fuori dal campo i suoi aspetti umani e caratteriali hanno fatto la differenza per Mancosu: «Faggiano è un direttore molto in gamba, un gran lavoratore, è una persona piacevolissima, di polso ma pronta sempre ad aiutarti, è affidabile, al campo era sempre presente, su di lui sai che puoi contare. È una persona semplicissima, si è fatto da solo, ha scalato le varie categorie, è partito dal basso e quando succede si ha una visione diversa del calcio e anche della vita. Non si dimentica da dove si è partiti, ci si afferma ma stando sempre con i piedi per terra».

Altro da News