Resta in contatto

Approfondimenti

Trapani, la confusione genera discontinuità

Solo due vittorie di fila nelle sette gare disputate, compreso la coppa. Sette formazioni diverse per mister Ivan Moschella con tanti giocatori importanti chiamati alla panchina

Città di Sant’Agata-Trapani e Trapani-Biancavilla. Sono queste le uniche gare vinte consecutivamente dalla formazione granata dall’inizio della stagione. Due incontri, uno di serie D, l’altro di Coppa Italia di serie D, che avevano fatto ben sperare e che ormai rappresentano un lontano ricordo, visto, che, nel frattempo è passato un mese. In buona sostanza in campionato il Trapani non ha vinto due incontri consecutivamente e sta trovando discontinuità dai risultati finora maturati.

Un equilibrio ed una discontinuità che viene evidenziata anche dalla scelta degli undici titolari. Il Trapani ha una rosa ampia, pur essendo costretta, proprio per la sua costruzione, a giocare con il portiere ed almeno un centrocampista che ricoprano lo status di under.

Ecco quindi che mister Ivan Moschella ha cambiato sette formazioni iniziali in sette partite disputate. Il Trapani, per il momento, non ha uno schieramento con undici giocatori ideali. Escludendo la gara di coppa Italia, Cultraro, Maltese, Bruno, Munoz, Buffa e Musso rappresentano l’ossatura della squadra, avendo iniziato tutti gli incontri di serie D. È evidente, quindi, che il Trapani deve trovare l’equilibrio e la continuità richiesta negli altri cinque giocatori che completano la formazione.

Altro da Approfondimenti