Resta in contatto

Muro del Tifoso

Scegli l’attacco del decennio del Trapani

Scegli l’attacco del decennio del Trapani

Sono sette i granata che hanno totalizzato oltre 50 presenze ed hanno incantato con i loro gol nell’ultimo decennio nella propria avventura trapanese

Giuseppe Perrone, dal 2009 al 2012, ha rappresentato l’attacco granata. Il giocatore svizzero nei tre anni ha messo a segno 36 gol in 70 gare disputate di campionato. L’attaccante conquistò con la maglia granata la doppia promozione dalla serie D alla Prima Divisione di Lega Pro.

Al fianco di Perrone, giocava Salvatore Gambino. Tedesco di nascita e reduce dalle esperienze del Colonia e del Dortumund, la seconda punta venne a Trapani, dopo importanti infortuni fisici. In granata dal dicembre 2010 alla stagione 2013-2014, Gambino ha totalizzato 89 presenze e 13 gol con il doppio salto dalla Seconda Divisione di Lega Pro alla serie B.

Se si dovesse descrivere Giovanni Abate con una sola parola, probabilmente “sacrificio” è il termine più corretto da utilizzare. Attaccante dall’intelligenza tattica sopraffina che a Trapani giocò dal 2011 al 2015. 122 presenze, 32 gol e la promozione in serie B. In granata nella stagione del salto di categoria raggiunse la doppia cifra: unico caso nella sua carriera.

Fino a poco tempo fa non aveva neppure la pagina su Wikipedia ed è il giocatore ad aver segnato di più con il Trapani nell’ultimo decennio con le sue 51 reti. Matteo Mancosu ha rappresentato l’attacco dei granata dal 2012 al 2014. Due stagioni e mezzo, una promozione in serie B e capocannoniere per due volte di fila dell’intero campionato: in Prima Divisione di Lega Pro e nel campionato cadetto. Palla a piede, corsa e tanto fiuto del gol.

Nicola Citro è uno degli esempi di grande lavoro di scouting che il Trapani fece negli anni del direttore sportivo Daniele Faggiano. Proveniente dall’esperienza in serie D con il Marcianise, il giocatore arrivò ai granata nel 2014, ma scoppiò l’anno successivo con Serse Cosmi in panchina. Tre anni in granata e 17 gol. Citro ha attraversato con il Trapani la parabola che dalla finale promozione in serie B è arrivata fino alla retrocessione dell’anno successivo.

Più trequartista che una seconda punta. Igor Coronado, arrivato da sconosciuto, in prova da una squadra maltese, il 14 agosto 2015 ed è stato tesserato con la formula del prestito con diritto di riscatto. Un’annata fantastica per Coronado ed il Trapani, fino ad arrivare ad una insperata finale promozione per la serie A, persa nel doppio confronto con il Pescara. L’estate seguente Coronado fu riscattato dal Trapani, ma la stagione sportiva prese un’altra piega, fino ad arrivare alla retrocessione in serie C. Per il brasiliano 78 presenze e 20 gol con il Trapani.

Non raggiunse le 50 presenze, ma meritevole di menzione è sicuramente Bruno Petkovic. Con il Trapani giocò solamente nell’anno solare 2016. Talento sopraffino e carattere forte. Fu lui il giocatore che spinse i granata ad un passo dalla serie A. Dieci sono stati i suoi gol trapanesi in 38 presenze. L’attaccanete ora è un punto fermo della Dinamo Zagabria e della Nazionale croata.

Felice Evacuo, attualmente ancora in rosa, arrivò nel Trapani nel 2017 ed ha riportato con i suoi gol i granata nuovamente in serie B. L’attaccante in 87 occasioni è andato a segno 26 volte. Con la maglia del Trapani, Evacuo è entrato nella storia: lo scorso 10 marzo ha messo a segno la rete che lo incorona quale bomber più prolifico della serie C. L’attaccante ha poi raggiunto quota 167 gol nel terzo campionato italiano.

Quali sono i tuoi due attaccanti che ti sono rimasti nel cuore nell’ultimo decennio?

È possibile scegliere solamente gli attaccanti menzionati all’interno dell’articolo. 

Dite la vostra.

8 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

8 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da Muro del Tifoso