Resta in contatto

News

Futuro Trapani, manca solo ‘Mister X’

Erano quattro i pretendenti annunciati dal sindaco Giacomo Tranchida: tre sono usciti allo scoperto, attesa per l’ultimo individuo che punterebbe alla rinascita del calcio trapanese

Manca solo un soggetto dei quattro annunciati dal sindaco Giacomo Tranchida. Renato Picciotto, il comitato “C’è Chi il Trapani lo ama” ed Ettore Minore hanno espresso la loro volontà di voler far ripartire il calcio a Trapani. I tre, infatti, non sono i soli che puntano alla maglia granata del Trapani. C’è, infatti, un’identità non ancora nota pubblicamente, se non al primo cittadino della città trapanese.

L’ultimo a manifestarsi, in ordine di apparizione è stato Ettore Minore, annunciando anche la costituzione della prima società. Un annuncio, che, però, per il momento, non trova verifica in costituzioni registrate alla Camera di Commercio. 

Renato Picciotto, invece, ha posto come “conditio sine qua non” l’acquisto del palazzo che per anni ha ospitato la filiale della Banca d’Italia a Trapani. Un edificio che l’imprenditore vorrebbe trasformare in un resort, come realizzato a Lecce con un immobile che ospitò il Banco di Napoli. Una trattativa per l’edificio trapanese della Banca d’Italia ancora in essere e che richiederebbe ancora del tempo.

Il comitato “C’è chi il Trapani lo ama”, quando tentò la scalata nei giorni appena precedenti all’estromissione, affermò di avere al proprio fianco gli ex presidenti del Trapani Andrea Bulgarella e Pino Pace, oltre a Gregory Bongiorno, presidente della sezione trapanese di Sicindustria. Impegni che a distanza di tre mesi che potrebbero essere confermati.

Giacomo Tranchida, nel corso di quell’intervista, annunciò di puntare a voler unire le forze dei quattro soggetti ed in alternativa proporre un bando che possa riconsegnare il calcio alla città. Quattro sono gli attori, di cui uno ignoto, ed il tempo affermerà chi sarà il protagonista e chi ha fatto solamente una comparsa.

9 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
9 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Andrea
Andrea
1 mese fa

Lotito?

Pino
Pino
1 mese fa
Reply to  Andrea

Una società di calcio nella maggior parte dei casi è una società a perdere, quindi per creare il nuovo Trapani calcio occorrono tre cose : soldi, soldi e soldi.
Il signor Picciotto è in grado da solo di garantire un inizio del campionato di serie D.
Spese previste circa 700.000,oo euro
Non facciamolo andar via.
Buona serata, viva il calcio

Franco
Franco
1 mese fa

e che ci fa tra i due soggetti, il comitato squattrinato ? questi hanno raccontato solo millanterie.. più volte Andrea Bulgarella ha detto di non essere interessato neanche ad acquisire il Trapani gratis.. questi millantavano di avere 500 soci, ma non arrivano neanche 10 operai senza poltrone.. che ne dici Cinzia? oppure di Pace, che quando era presidente del TP a gratis, non è riuscito a trovare 60mila euro per salvare il Trapani. Appunto mi chiedo, il sindaco è sordo e cieco oppure avrà qualche convenienza? Il tempo lo dirà… intanto io non vedo certezze… forse l’unico sarebbe Picciotto, ma… Leggi il resto »

Marco
Marco
1 mese fa
Reply to  Franco

Parole sante…

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Andate a lavorare anziché fare niente à Trapani ce bisogno di lavoro no di partite

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Ho visto questo film….😂😂qualche barzelletta…cmq

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Per me solo De picciotto può far rinascere il calcio a trapani

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Signor Vito, ai perfettamente ragione solo De Picciotto può far rinascere il calcio a Trapani,

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Manca sulu l’Uomo Tigre e semo complete….

Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News
Advertisement

Altro da News