Trapani Granata
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Trapani, ecco l’investimento di Picciotto

Il palazzo supera i quattromilacinquecento metri quadrati ed ha anche un piano seminterrato dei quattro complessivi. Sconosciuta la cifra della caparra

Un investimento nel cuore della città. Così Renato Picciotto intende proporsi a Trapani da imprenditore nel settore turistico e anche come l’uomo che possa far rinascere il calcio con la maglia granata trapanese.

Picciotto ha firmato le prime carte per il passaggio che lo farà diventare proprietario dell’ex palazzo della Banca d’Italia. Firme con caparra, le cui cifre sono sconosciute, in quanto, per legge, non è prevista una percentuale fissa rispetto all’importo complessivo dell’operazione economica. L’immobile dall’esterno gode di buona salute, mentre all’interno è una struttura che non ha vita dal 31 dicembre 2018: giorno in cui la Banca d’Italia chiuse la sua filiale a Trapani. Si tratta di un palazzo dalle grandi dimensioni, costruito nel 1950 e con una superficie lorda di 4570 metri quadrati.

L’edificio è diviso in quattro piani di cui uno in seminterrato. Il secondo piano del fabbricato ha ospitato gli alloggi del custode e del titolare di cassa. L’edificio si articolava, infatti in sei unità immobiliari complessive. Il palazzo della Banca d’Italia ha una destinazione d’uso mista che potrebbe presto cambiare inserendo anche quella commerciale. Picciotto, infatti, vorrebbe trasformare la struttura in un hotel con ampio spazio dedicato anche alla ristorazione.

Subscribe
Notificami
guest

4 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

La gara si giocherà sabato alle 20.30 e non domenica come inizialmente previsto. Le squadre...
Il sinistro del calciatore granata andato a segno contro il Portici, è stato inserito nella...
Granata in grande spolvero in termini realizzativi ed hanno raggiunto 87 reti nel campionato di...

Dal Network

Joe Barone non ce l’ha fatta. Dopo il malore che lo ha colpito domenica pomeriggio, si...

Il futuro del tecnico viola sembra lontano da Firenze. Per lui si aprono le porte...
Il tecnico aveva preso il posto di Viali oggi chiamato a sostituire Caserta ...
Tifo granata