Resta in contatto

Esclusive

Trapani-Giarre, parla il doppio ex Alberto Amoroso

L’allenatore trapanese ha vestito le maglie delle formazioni che si affronteranno domenica pomeriggio al Provinciale. Per lui anche un ricordo particolare, legato alla sua gioventù

Trapani-Giarre non è una partita qualunque per il trapanese Alberto Amoroso, che, da calciatore, ha vestito le maglie delle formazioni che si affronteranno al Provinciale. Un’avventura nella provincia di Catania, così ricordata dal tecnico, che oggi guida l’Accademia Trapani in Prima Categoria: «Domenica sarà una partita speciale per me. Con il Giarre ho vissuto un’esperienza molto positiva che porto nel cuore. Da tifoso trapanese, invece, ero a Giarre, quando nel 1984/1985 il Mazara ci superò in classifica. Mi sono ritrovato quindi a piangere da tifoso granata, per poi gioire da calciatore e da allenatore anche con i colori del Giarre. Una piazza che merita ampi palcoscenici come il Trapani».

Prime giornate in serie D, così analizzate da Alberto Amoroso: «La serie D si conferma un campionato molto difficile, dove la differenza in campo la fanno gli under, vero ago della bilancia. Le campane si stanno comportando molto bene, mentre il Paternò rappresenta la sorpresa di questo avvio. I recuperi possono essere determinanti per delineare al meglio la classifica. Nel Trapani manca qualche punto, ma il campionato è molto ostico e difficile».

Il Trapani viene da una sconfitta inattesa, mentre il Giarre ha già cambiato tecnico dopo il deludente: «Il Giarre ha dovuto cambiare molto – dice Alberto Amoroso, inserendo adesso Infantino che è un tecnico molto preparato che cercherà di mettere in carreggiata la formazione costruita per fare bene. Per noi, posso dire che il Trapani si sta conoscendo, con la squadra che sta cercando di inquadrarsi nel campionato di serie D. La sconfitta di domenica a San Cataldo non deve rappresentare un problema. Una caduta che ci può stare, visto il loro cambio di allenatore, ma che va superata subito. Domenica vedremo una partita con due squadre che si affronteranno a viso aperto e che cercheranno di dire la propria».

Altro da Esclusive