Resta in contatto

Approfondimenti

A Trapani sognava la A, ora la Champions asiatica dagli Emirati

Era arrivato vicinissimo con i granata al salto in massima serie, mentre adesso è il “re” indiscusso dello Sharja, con cui ha vinto il campionato

I qatarioti dell’AlDuhail, gli arabi dell’Al-Taawoun e gli iraniani del Persepolis. Saranno questi gli avversari di Igor Coronado e del suo Sharjah, squadra degli Emirati Arabi Uniti, nel girone della Champions asiatica.

E’ stato questo il responso del sorteggio della più importante manifestazione calcistica per club asiatica al quale ha partecipato anche lo Sharjah di Coronado, campione in carica degli Emirati dopo il trionfo della passata stagione, nella quale il brasiliano ex Trapani ha collezionato 26 presenze e 17 gol. Quest’anno, invece, ha giocato 8 partite realizzando sei reti.

A Trapani Igor Coronado è stato tra i talenti più importanti di sempre. Intuizione dell’allora ds Daniele Faggiano, è arrivato da sconosciuto, in prova da una squadra maltese, il 14 agosto 2015 ed è stato tesserato con la formula del prestito con diritto di riscatto. Il suo compito sarebbe stato quello di farsi trovare pronto in caso di defezione di Sodinha, punta di diamante di quel mercato estivo.

La storia poi ha del particolare. Sodinha si infortuna il giorno dopo il tesseramento di Coronado, e, dall’esordio in Coppa Italia contro il Cagliari, non lascia più il campo. Un’annata fantastica per Coronado ed il Trapani, fino ad arrivare ad una insperata finale promozione per la serie A, persa nel doppio confronto con il Pescara. L’estate seguente Coronado fu riscattato dal Trapani, ma la stagione sportiva prese un’altra piega, fino ad arrivare alla retrocessione in serie C.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da Approfondimenti