Resta in contatto

Approfondimenti

Un anno in 12 giorni: a marzo il Trapani arriva a -1 dalla Juve Stabia

Proseguiamo il racconto del 2019. Nel mese di marzo i granata continuano ad essere impegnati su più fronti e chiudono il mese in “scia” alle Vespe, subito prima dello scontro diretto di Castellammare di Stabia

E’ il mese del passaggio di proprietà tra la famiglia Morace e la Fm Service di Maurizio De Simone. Le trattative per la cessione della società andavano avanti da tempo, con l’amministratore unico Paola Iracani che, poi, decide di cedere il pacchetto azionario, in precedenza detenuto al 50% da Vittorio Morace e dalla Liberty Lines, alla cordata avellinese. E questo nonostante la Lega di Serie C non faccia mistero dei suoi dubbi legati alla nuova proprietà. E la prima mossa di De Simone è l’esonero del direttore sportivo Raffaele Rubino.

Sul campo, per, la squadra non risente dei venti di crisi.

3 marzo – ventinovesima giornata
Domenica strana per il Trapani che incamera tre punti senza scendere in campo. Il Matera, infatti, è stato escluso dal campionato e, così, tutte le squadre che avrebbero dovuto affrontare i lucani conquistano tre punti senza faticare. Così il Trapani guadagna due punti sulla Juve Stabia, che fa 0-0 a Caserta, e sul Catania (1-1 in casa con il Potenza) e, addirittura 3 sul Catanzaro (battuto 1-0 a Bisceglie).
Classifica: Juve Stabia 62, Trapani 58, Catanzaro 54, Catania 51

10 marzo – trentesima giornata
E’ la giornata di Felice Evacuo che realizza il rigore del definitivo 2-0 sulla Casertana e sigla la rete 164 in serie C (nella foto la maglia celebrativa), diventando il miglior marcatore di sempre in terza serie. La prima rete, invece, era stata messa a segno da Taugordeau su punizione. La Juve Stabia rallenta ancora, pareggiando 2-2 in casa con la Cavese, mentre il Catania espugna Catanzaro 2-1.
Classifica: Juve Stabia 63, Trapani 61, Catanzaro e Catania 54

17 marzo – trentunesima giornata
Il Trapani “vede” il primato, ma cade fragorosamente sul campo della Virtus Francavilla per 1-4. Proprio come un anno prima. Partipilo e Folorunsho permettono ai padroni di casa di chiudere il primo tempo avanti 2-0, quindi Gigliotti sigla il 3-0. I granata accorciano con Scognamillo, ma è un fuoco di paglia. Il difensore viene espulso e nel finale Sarao mette dentro il 4-1. E’ un’occasione sprecata, perché la Juve Stabia perde a Catania ed il Catanzaro a Rieti.
La classifica: Juve Stabia 63, Trapani 61, Catania 57, Catanzaro 54

24 marzo – trentaduesima giornata
Il Trapani osserva il turno di riposo previsto dal calendario, ma le rivali non ne approfittano. La Juve Stabia, infatti, mostra di vivere un periodo di appannamento e pareggia 1-1 in casa con il Rieti, mentre il Catanzaro supera 3-0 la Sicula Leonzio. Clamorosa battuta d’arresto, invece, per il Catania a Reggio Calabria.
Classifica: Juve Stabia 64, Trapani 61, Catania e Catanzaro 57

27 marzo – semifinale di andata di Coppa Italia
Il Trapani si presenta a Viterbo per l’andata del penultimo atto di Coppa Italia. L’allenatore Vincenzo Italiano decide di concedere spazio a coloro che hanno giocato meno, così come del resto aveva fatto nel corso di tutti i turni precedenti della manifestazione. Finisce 1-0 per la Viterbese grazie ad un gol realizzato da Molinaro a 3 minuti dalla fine della partita.

31 marzo – trentatreesima giornata
Il calendario mette di nuovo contro granata e laziali e questa volta il Trapani ha la meglio sulla Viterbese grazie ai gol di Nzola e Ferretti. La Juve Stabia balbetta ancora e fa 0-0 a Bisceglie ed i granata arrivano ad un solo punto dalle Vespe, con lo scontro diretto in programma il turno successivo. Il Catanzaro vince a Cava de’ Tirreni, mentre il Catania osserva il turno di riposo.
Classifica: Juve Stabia 65, Trapani 64, Catanzaro 60, Catania 57

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da Approfondimenti