Resta in contatto

News

Up&Down, il campo promuove Castori per il nuovo corso del Trapani

Idee chiare e un nuovo atteggiamento in campo. Così i calciatori del nuovo tecnico granata sono scesi allo Stadio Adriatico per dimostrare che la stagione può imboccare un’altra direzione

Up
La difesa del Benevento. 8 gol subiti in 17 partite, meno di 0,5 a gara, sono un risultato eccezionale. Il pacchetto arretrato delle Streghe si conferma uno dei punti di forza della squadra di mister Pippo Inzaghi. Il Benevento, sicuramente, è una squadra costruita per fare il salto nella categoria superiore, e i 40 punti in classifica con un vantaggio di 9 punti sul Pordenone stanno lì a dimostrarlo.

Pordenone. La vittoria sull’Ascoli serve per confermare il secondo posto in classifica, ed è un risultato che segna le forze in campo. 31 punti sono un bottino ragguardevole. Con questa vittoria il Pordenone accumula un vantaggio di ben 5 punti sulle tre terze del campionato, Frosinone, Perugia e Cittadella. Se finisse il campionato oggi il Pordenone avrebbe l’accesso diretto in serie A.

Fabrizio Castori. Doveva dare una scossa e l’ha data. Il nuovo atteggiamento del Trapani è stato evidente. Per la prima volta, dall’inizio della stagione, si è vista una squadra attenta nella fase difensiva. Il nuovo tecnico ha evidentemente lavorato sulla testa dei calciatori infondendo loro convinzione e fiducia, ma soprattutto un modo diverso di stare in campo. Un punto contro il Pescara che cambia poco la classifica, ma che dà la speranza di percorso in campionato diverso rispetto a quanto visto fin qui.

Down
Frosinone. Perde lo scontro diretto con la prima in classifica, Benevento, quello che poteva riaprire il torneo fermando un attimo la cavalcata dei primi in classifica, ma ciò non accade. Il Frosinone rimane fermo al terzo posto in classifica in coabitazione con il Perugia e il Cittadella, e vede aumentare inesorabilmente il distacco con la prima in classifica.

Livorno. Pur tornando a segnare fuori casa dopo il cambio di allenatore, la classifica rimane deficitaria. Ultimo posto in classifica con 11 punti e 3 di svantaggio rispetto al Trapani penultimo. Il cambio di tecnico non pare aver dato quella scossa che società e tifosi si attendevano.

Alessio Saccenti. Un errore che pesa e non poco sull’economia della partita quello del guardalinee di Pescara-Trapani. Errore che avrebbe potuto cambiare l’esito della gara perché quando Pettinari è stato fermato per un fuorigioco inesistente, quando si era presentato a tu per tu con il portiere del Pescara, la partita era sullo 0-0. Il fischio dell’arbitro è avvenuto prima che Pettinari colpisse il pallone infilandolo in rete, e il Trapani sarebbe potuto passare immediatamente in vantaggio.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News
Advertisement

Altro da News