Resta in contatto

News

Il Trapani e il rito del termometro

L’edizione odierna de “La Repubblica” si sofferma sul momento dei granata, alle prese con lo stop degli allenamenti per fronteggiare l’emergenza Coronavirus

Dopo la sospensione degli allenamenti, in casa Trapani, l’idea era quella di riprendere lunedì scorso, trovando una mediazione che sembrava ragionevole: infatti, era stato stabilito che, per evitare assembramenti e mantenere la distanza corretta, i calciatori sarebbero stati divisi in tre gruppi da dieci, e sarebbero scesi in campo in orari diversi della giornata. Una scelta che aveva trovato anche la disponibilità del tecnico Castori, costretto a rimanere in campo molto più tempo del solito.

Poi, il dietrofront, probabilmente innescato anche dalle parole di Damiano Tommasi, presidente dell’Associazione calciatori, che hanno ammonto i club affinché salvaguardassero la salute dei propri atleti ed evitassero, quindi, di farli allenare.

Il Trapani, insomma, ha sospeso ogni attività, e per il momento i giocatori sono fermi a casa. Per loro, unico obbligo è quello di recarsi, ogni pomeriggio, allo stadio, e ripetere il rito del termometro

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da News