Resta in contatto

Nati oggi

Zaini, simbolo del Trapani di fine millennio

Ha disputato in granata due stagioni e mezzo sfiorando la promozione in serie C1 al primo tentativo, e vivendo in pieno la gestione Rosano

Un calciatore dall’enorme potenziale, in grado da solo di cambiare le partite. Era Pietro Zaini, funambolo del Trapani di fine millennio che ha giocato in granata dal 1997 al 2000.

Arrivò a Trapani dopo essersi messo in mostra con l’Ascoli e, così, per la stagione 1997-98 in C2, dopo la retrocessione di qualche mese prima, il Trapani pensò proprio a lui per risollevarsi. Collezionò, in tutto, 41 presenze tra Coppa Italia (5), campionato (32 e 4 gol) e playoff (2), ma il sogno della C1 finì nelle semifinali contro il Crotone.

Rimase anche l’anno dopo, nel 1998-99 quando ci fu il passaggio di proprietà da Bulgarella a Rosano. Per lui in quella stagione 31 presenze tra Coppa Italia (3) e campionato (28 con 2 gol). Chiuse la sua avventura al Trapani nella disastrosa stagione 1999-00, tra annunci e fughe di calciatori. Lui all’inizio c’è, poi va via, rientra e infine viene pure messo fuori rosa in una situazione surreale. Alla fine gioca 9 partite tra Coppa Italia (3) e campionato (6 con un gol all’esordio). Alla fine, pertanto, le sue presenze con il Trapani furono 83 ed ancora oggi segue i granata in qualunque campionato militino.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News
Advertisement

Altro da Nati oggi