Resta in contatto

News

Lo Monaco contro il Trapani: “Non doveva andare in B due anni fa”

L’ex dirigente del Catania mette nel mirino il passaggio di proprietà tra la Liberty Lines e la Fm Service di De Simone

Il Trapani non poteva andare in B perché non sono state rispettate le norme relative all’acquisizione della società. E’ questo il pensiero di Pietro Lo Monaco, ex dirigente del Catania che sfidò il Trapani nei playoff di quella serie C, con i granata che eliminarono gli etnei centrando, poi, la B dopo aver battuto pure il Piacenza.

“Quella del Trapani è una cosa di uno squallore pazzesco perchè la vicenda è chiarissima già da due anni. Il Trapani è andato in Serie B e non doveva – ha spiegato a “Tmw Radio” -. E’ stato rilevato nell’anno della promozione da un gruppo societario e c’era una normativa chiara che proibiva a soggetti che non disponessero di determinati requisiti di prendere le società. Questa normativa l’abbiamo bypassata, siamo stati tutti in silenzio. Se non avesse vinto i Play Off, il Trapani sarebbe già fallito due anni fa. Ha fatto la B, categoria che vale come introiti rispetto alla C. Basti pensare che una squadra di C, con contribuzioni varie riesce a prendere 400mila euro l’anno. In B, invece, si sale a 4milioni e passa in certi casi. Questa è la logica conseguenza di una situazione che sapevano tutti. Sorprende che nonostante questo si sia intervenuto solo perchè i granata hanno rinunciato a giocare due partite. Questa è una cosa che va sicuramente a discapito dei dirigenti che avrebbero dovuto vigilare”.

39 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
39 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Asinazzo eravamo piu’ forti…giocatori come Pettinari, Nzola, Tagardeau ed Evacuo e Tulli voi non li avevate…avevate solo Matusa antichi

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Voglio dire la mia su questa vicenda.Il Trapani calcio ha meritato la promozione in B,l’hanno meritato i giocatori la citta’ la tifoseria,pero’ diamo a Cesare quello che di Cesare.La promozione in B e’ stata meritatissima l’iscrizione mettiamoci un punto interrogativo.La storia ha dato ragione alle affermazione di LO MONACO .Se il Trapani era una societa’ sana i 2 punti venivano restituiti(o uno).la lega prima ha accettato l’iscrizione(x potersi i soldi) e poi ha fatto di tutto x farla fuori ARBITRAGGI scandalosi compiacenti.Sono un tifoso da sempre del Trapani Calcio,pero”non posso dare torto a LO MONACO.

Fran
Fran
1 mese fa

Ma adesso in terza categoria si inizia domenica con la trasferta a Napola???

Michele Buffa
Michele Buffa
1 mese fa

Il signor Lo Monaco è l’ultima persona che può parlare. Sono 7, 8 anni che andate piangendo per far salire sta squadra in B, e mi viene a dire che il Trapani non doveva andare in B. Ma chi sei, va curcate e fatti una dormita. Forse con i sogni potrai vivere meglio.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Vabbè ciao

Orazio
Orazio
1 mese fa

Il mio commento non voglio essere credo con il compleanno dell’ex amministratore del Catania da parte sua ha ragione perché quell’anno il Catania si andava in b il trapano a quest’ora avevo già solido gli abiti che hanno dato pure anche una mano che Catania quella partita se il Catania non è stato proprio dove sono stati tre giocatori espulsi in quella partita c’è stato un casino la partita sembrava tutta pilotata destinarsi come andava siano andate e sia ritorno gli abiti e gli hanno dato una mano per farla salire in serie b l’hanno accompagnata dritta e ora questo… Leggi il resto »

Vincenzo
Vincenzo
1 mese fa
Reply to  Orazio

ma lei è tunisino? forse non è italiano? non si capisce niente da come scrive…

Mario
Mario
1 mese fa
Reply to  Vincenzo

Hai ragione😂😂😂😂😂

Rosario Scuderi
Rosario Scuderi
1 mese fa

Volevi andarci tu? Buffone! C’era il Piacenza prima di te. Non per Catania ma per te. E poi abbiamo onorato il campionato giocando per vincere senza regalare partite. Il “gruppo” ha fatto quadrato ed hanno vinto. Mettiti un tappo

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Ecco un altro scienziato. Azz……….. Parlava un altro stavo zitto. Ma proprio tu parli?????……. Uno che di porchette se ne intende…. M

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

SI A MMIRIA AVISSI AVUTU VADDRARA due anni fa
………..

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

MA COME FA QUESTO A PARLARE DEL TRAPANI QUANDO A FATTO UN BUCO DI 50 MILIONI DI EURO DI DEBITI

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Vabbè ha scoperto l’acqua calda.. ovvio a livello sportivo la squadra era 100 a livello societario sotto 0.. lo sanno pure le pietre..

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Vaccuccati

Oscar
Oscar
1 mese fa

Credo che Lo Monaco abbia ragione: soprattutto quest’anno FIGC/legaPro hanno accettato l’iscrizione del Trapani (avvenuta il 5 settembre) pur sapendo (da documenti) che non aveva l’indice di liquidità , che non aveva pagato gli stipendi di giugno (nascondendosi dietro una causa temeraria con i giocatori stessi), non pagava fornitori e dipendenti non tesserati da mesi, non era in gardo di afre mercato (sentenza CoviSoc), contestualmente all’iscrizione i giocatori non erano in gardo di allenarsi e hanno pure permesso il passaggio di proprietà a persona acclaratamente senza disponibilità necessarie (Pellino). Insomma Ghirelli dice che monitora ma iscrive tutti e aspetta che… Leggi il resto »

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Lo monaco, vatti a fare un giro sull’Etna, a raccogliere “crastuna”!!!!

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Ci mancava solo lo Monaco ora siamo al completo

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Che pepe… ma come fa un personaggio del genere a stare nel mondo del calcio

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Ma che si stia zitto,visto che il Catania doveva fallire già da diversi anni…

costa Salvatore
costa Salvatore
1 mese fa

Lo Monaco ha tenuto il Catania in serie A per 9 anni e quindi sciacquatevi la bocca prima di sparare kazzate

Mario
Mario
1 mese fa

Lo Monaco parla solo come i cani arrabbiati😂😂

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

A raggia ti rustica ancora, lestofante

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Pagliaccio

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Da chi occupa la sua posizione in seno ad una società sono considerazioni che non andrebbero fatte.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Da che pulpito….senza ritegno!!!!

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

I dirigenti che si dovevano occupare di ciò, prima dovevano indagare sulla tua società e dopo col Trapani. Non meriti la società del Catania.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Va caca

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Lo monaco!! Va caca!!

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Con tutto il rispetto per il Catania e per i fratelli catanesi. Lo monaco va caca

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Fallito

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Conosco solo Monaco di Baviera Gran Prix di Monaco Bayern Monaco….

Vidimont
Vidimont
1 mese fa

Caro, Sig. Lomonaco, chi le scrive è un conoscitore delle norme Figc e soprattutto abbiamo avuto con lei alcune incresciosi diverbi… non aggiungo come e perché.. in merito al fallimento del Messina, a divenire quello del Catania, per ben più volte, lei sa di cosa parlo.. ed il motivo perché ovunque lei va, fa terra bruciata.. (tifosi di CT e Messina hanno aperto contestazioni nei suoi confronti. Risponda dove vuole a queste domande. ecco le domande. 1) Era assolutamente necessario cumulare la carica di amministratore delegato e quella di direttore generale? 2) Quali erano i compensi percepiti per i due… Leggi il resto »

Mario Ferro
Mario Ferro
1 mese fa

in parte Lo Monaco ha ragione e lui c’è dentro! il calcio italiano è sporco, corrotto, soprattutto tra i dilettanti. Con De Simone al comando, heller e Petroni poi nessuno, Lega e FIGC, ha mosso un dito e sappiamo come è andata. Nel calcio c’è puzza, tanta Tutti, tutti nessuno escluso, dalle proprietà ai calciatori sono esclusi da colpe. Nessuno, tranne rarissime eccezioni può scagliare la classica “prima pietra”.

salvo
salvo
1 mese fa
Reply to  Mario Ferro

esatto, un mondo preda di accordi taciti, scommesse clandestine e non, risultati artefatti … e i tifosi fanno sacrifici a scapito delle famiglie

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Nn ti è andata giù che ti abbiamo asfaltato con il gioco

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Quando parli del trapani sciacquati la bocca … 😉

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Ma questo ancora parla?!

Salvatore
Salvatore
1 mese fa

Si vede che gli brucia ancora perché ha perso con il trapani

PEPPINO
PEPPINO
1 mese fa

Farebbe bene a starsene zitto. Ha lasciato il Catania sul lastrico, con il Messina ha fatto ridere e poi chi controlla il fatto che pur non facendo parte di nessuna società continua a tenersi la poltrona di consigliere della FIGC?

Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

L'angolo del Sì!Happy

Vedi tutte le offerte a TRAPANI su Sì!Happy

Altro da News